Cerca nel blog

mercoledì 28 gennaio 2009

Catania-Inter: 0-2. I tifosi nerazzurri godono come pazzi

Doveva essere una notte infernale. Era tutto pronto per mordere l'Inter, schiaffeggiare Mourinho, spernacchiare Moratti. Era un turno strafavorevole a Juve e Milan. E invece è stata la notte degli interisti. La squadra del Petroliere ha dimostrato di essere d'acciaio. Il mediocre arbitro Rocchi ha tentato di rovinare il match annullando un gol regolare al Catania ed espellendo ingiustamente Muntari; ma non ce l'ha fatta. Perché gli uomini di Mou han tirato fuori una prestazione di altissimo livello.

Confermo - come ho detto immediatamente - che Santon è un fuoriclasse (scommettiamo che in tanti mi copieranno, ma un po' in ritardo?), giacché tira fuori gli attributi nei momenti decisivi: squadra in 10 e lui a correre per tre. Confermo che Ibra è il miglior giocatore al mondo, visto che disputa alla grande 70 partite per stagione. Confermo che Stankovic non l'ho mai visto giocare così bene. E confermo che uno come Milito (Genoa) va comprato a ogni costo.

L'Inter, incredibilmente, se ne va proprio quando doveva essere azzoppata. Tirava una brutta aria, specie da Torino. Invece allunga su Juve e Milan. Dopo sofferenze terribili (vedi sconfitta con l'Atalanta), i tifosi dell'Inter godono come pazzi.

Comunque, i giochi restano aperti. Lo scudetto lo vince chi ha meno infortuni. La prossima volta, a godere potrebbero essere milanisti o juventini.

[foto via Inter]

5 commenti:

  1. mah che dire ... certo che l'inter nn si deve vedere contro il catania ma bensì contro squadre di altra caratura

    RispondiElimina
  2. Be', ha vinto con la Roma, con la Juve ecc.

    RispondiElimina
  3. certo ha vinto contro juve e roma ... ma i conti si fanno a fine stagione ... eppoi si deve sempre aspettare la champions che è alle porte quindi ci sarà da soffrire fino all'ultimo

    RispondiElimina
  4. Vittoria che vale doppio.
    E'uno scatto importante, ma non è quello decisivo.

    http://www.calciorum.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Peccato, è una vittoria da squadra forte. Per chi come me non è interista, rimane la speranza che i calciatori non capiscano ancora per un po, quello che vuole Mourinho e che Moratti si faccia vivo così come faceva nelle gestioni ante-mourinho.

    RispondiElimina