Cerca nel blog

mercoledì 7 gennaio 2009

Vittorio Feltri a Berlusconi: "Il Milan balla il samba alle spalle dell'Inter". Il 2009 è fondamentale...


Da Libero di mercoledì 7 gennaio. Vittorio Feltri "accusa" Berlusconi di pendere verso il Sud: vicenda Alitalia; Governo che s'è affrettato a ripianare i bilanci sballati del Mezzogiorno; canzoni napoletane con Apicella; notte di San Silvestro festeggiata con fuochi partenopei in Sardegna. E poi la stoccata: "Cosa le è rimasto di milanese, il Milan che però balla il samba con regolamentare accompagnamento sincopato alle spalle dell'Inter morattiana?". Ahi, questa fa male. Perché, secondo me, l'immagine del Cavaliere dipende enormemente da quanto combina la squadra di Ancelotti.

Mi aspetto una risposta da Berlusconi o Galliani, del tipo: il mio Milan ha vinto tanto in passato, e in Europa; l'Inter no.

Personalmente, per come si stanno mettendo le cose, credo che i tifosi milanisti faranno un tifo dannato (e legittimo) contro i nerazzurri, a cominciare da Inter-Manchester.

Perché la supremazia, a Milano e nel mondo, Inter e Milan se la giocano nel 2009 come non mai. Se i rossoneri non vincessero lo scudetto e Moratti arrivasse al poker di tricolori, sarebbe dura sostenere ancora che la società di via Turati è superiore a quella del Petroliere. Io, da spettatore neutrale (tifo soltanto per il bel gioco), attendo divertito.

[foto via forzaitalia.it/silvioberlusconi]

1 commento:

  1. GENT/MO DOTT. fELTRI , LEI è STATO SIN TROPPO SIGNORILE NEI CONFRONTI DI BERLUSCONI . lA VERITà è CHE IL mILAN DA ORMAI TROPPO TEMPO FA FINTA DI FARE CALCIOMERCATO ANDANDO IN MODO CIECO VERSO GLI SVINCOLATI, I GIOCATORI A PARAMETRO ZERO, I GIOCATORI ALLA RICERCA DELL'ULTIMO CONTRATTO UTILE DELLA CARRIERA ( VEDI EMERSON PREFERITO AD UN GIOVANE CHE DALLA PANCHINA POTEVA IMPARARE ) , E COSì VIA . IL VIVAIO ORMAI è STATO DA TEMPO ABBANDONATO ( NON ESCONO GIOCATORI GIOVANI DEL VIVAIO ORMAI DA ANNI , L'ULTIMO è STATO ALBERTINI NEL 1991 , UN'ETERNITA' ) . NON C'è UNO STRACCIO DI PROGRAMMAZIONE, UNA IDEA CHIARA DI QUELLO CHE SI VORRà FARE IN SEGUITO . lA VICENDA BECKHAM è STATA POI PARADIGMATICA DELL'ANDAZZO E DELL'ORIENTAMENTO ATTUALE DELLA DIRIGENZA DEL MILAN ( IN VERITà GIà DA ALCUNI ANNI ERA IN ATTO QUESTA TRASFORMAZIONE SOCIETARIA VERSO IL DIO DANARO VERSO IL bUSSINESS) : LA SQUADRA CHE INSEGUE NANI E BALLERINE, FIGURE PANINI ,GIOCATORI DECOTTI E STRACOTTI ORMAI A FINE CARRIERA, VALLETTE E VELINE , MENTRE IL CALCIO, COME IN UN CANNOCCHIALE CAPOVOLTO è SEMPRE PIù IN FONDO , MARGINALE, UN PRETESTO ED UN INCIDENTE DI PERCORSO PER QUESTA DIRIGENZA . lA VERITà è CHE BERLUSCONI DA ANNI NON SA PIù COME MOLLARE IL MILAN PERCHè PER RIFARE QUESTA SQUADRA, INVECCHIATA , INBOLSITA, DEMOTIVATA, OCCORRONO ALMENO UN CENTINAIO DI MILIARDI DI EURO , OPPURE UNA DIRIGENZA , COME LA TRIADE DELLA jUVE DI QUALCHE ANNO FA CHE ,CON GRANDE SAPIENZA E COMPETENZA ( MOGGI è SECONDO ,A MIO PARERE ,SOLO AD ALLODI, NONOSTANTE TUTTO ) ,UNITI A TRUCCHI E TRUCCHETTI ,RIUSCIVA A FARE UNO SQUADRONE LASCIANDO INTATTE LE TASCHE DI AGNELLI .
    LA DIRIGENZA CHE HA IL MILAN NON è ASSOLUTAMENTE DI QUEL LIVELLO . BRAIDA E GALLIANI SONO DEGLI INCOMPETENTI E GLI UNICI COLPI BUONI DI QUESTI ULTIMI ANNI SONO MERITO DI LEONARDO ( KAKà E pATO ) .BERLUSCONI SA CHE ABBANDONANDO IL MILAN PERDEREBBE ALMENO 2 MILIONI DI VOTI E QUESTO NON SE LO PUO' PERMETTERE . QUINDI , COME IN POLITICA, TIRA A CAMPARE ,CERCA DI VIVACCHIARE, NON PRENDENDO DECISIONI DRASTICHE, NON DANDO ENTUSIASMO E MOTIVAZIONI ALLA TRUPPA MA SEMPLICEMENTE VIVENDO IN UN MONDO DORATO,DOVE C'è SOLTANTO IL SUO OTTIMISMO A FRONTE DI UN'iTALIA E DI UN MILAN IN GINOCCHIO ,CON LA TESTA FUORI DALLA REALTà E DA TUTTE LE COSE TERRENE ( RICORDANDO I DITTATORI DEL SECOLO SCORSO CHE A FRONTE DELLE LAMENTELE DEI SUDDITI, RISPONDEVANO PICHHE CON ADUNATE OCEANICHE O CON DATI TRUCCATI ) . VENGONO FATTE DELLE OBIEZIONI ALLA DIRIGENZA ATTUALE E SONO TUTTE CHIACCHIERE ;SI CRITICA LA SQUADRA E SI E' UNA MASSA DI INCOMPETENTI, SALVO POI RITROVARSI ANCHE QUEST'ANNO, PERCHè SARà COSì ,CON ALMENO VENTI PUNTI DALL'iNTER, CON 15 PUNTI DALLA jUVE, CON LA ROMA DAVANTI E CON IL miOLANA A VEDERSELA CON LA fIORENTINA PER IL 4 POSTO . CARO FELTRI, MI CREDA , QUESTO SENTIMENTO NON è QUELLO DI UN TIFOSO DISPERATO MA QUELLO DELLA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEI TIFOSI DEL MILAN CHE SONO STRASTUFI DI QUESTO ANDAZZO, DI QUESTO FAR FINTA DI FARE CALCIOMERCATO SENZA AVERE Nè VOGLIA Nè SOLDI DA SPENDERE, DI QUESTE CONTINUE FUGHE DALLA REALTA , DI QUESTE CONTINUE E STOMACHEVOLI AUTOCELEBRAZIONI CHE NON PORTANO A NIENTE E CHE DANNO L'IDEA , ATTUALMENTE , DELLA MISERIA UMANA E SPORTIVA IN CUI VERSA QUESTA ORMAI POVERA SQUADRA . cON AFFETTO E CON REVERENZA GIUSEPPE DA fIRENZE

    RispondiElimina