Cerca nel blog

martedì 3 marzo 2009

Lazio-Juve 2-1: ad allenatori invertiti, finiva 0-3


La rosa della Juve è due spanne superiore a quella della Lazio. Però la semifinale d'andata della coppa Italia, a Roma, è finita 2-1 per i biancazzurri. Perché? Semplice: questione di allenatori. Delio Rossi è un tipo coraggioso, che non ha esitato a schierare Rocchi, Pandev e Foggia; più Matuzalem e Ledesma a centrocampo, che non sono granché difensivi. Fantasia a volontà. Invece, Ranieri ha buttato nella mischia i soliti corridori. Risultato, quand'è finita la benzina, la Juve (che s'era portata avanti con Marchionni) è andata sotto di brutto.

Ad allenatori invertiti, finiva 0-3.

Se fossi nella dirigenza bianconera, non ci penserei due volte a tentare di portare a Torino Delio Rossi. Che ovunque è andato ha sempre fatto giocare bene le proprie squadre, con moduli offensivi. Dategli una società gloriosa come la Juve, e magari la grande Zebra tornerà a vincere lo scudetto.

E francamente, adesso mi pare fuori luogo che Ranieri parli ironicamente di "Stile Inter" (l'ha fatto a fine partita), riferendosi all'appoggio dato dalla società di Moratti a Mourinho. Se lo scontro rimane fra Ranieri e Mou, posso condividere: è dai tempi del Chelsea che i due si beccano. Ma proprio non capisco perché mettere nel mirino pure Moratti.

1 commento:

  1. Da interista sfegatato voglio farti i miei più sentiti complimenti soprattutto per le ultime parole.
    fossero tutti come te, allenatori società e giornalisti parleremmo di più di calcio.
    Ancora complimenti

    RispondiElimina