Cerca nel blog

lunedì 27 agosto 2012

Cara Inter, ti manca uno per far 31: la Juve è due spanne su


Noto troppo entusiasmo costruito attorno a una vittoria fuori casa contro il Pescara, di cui non si capisce esattamente il valore. L'Inter è un pugile mediocre che ha dato qualche pugno a una schiappa sul ring? Oppure l'Inter è Cassius Clay che ha mandato ko un pugile rognosissimo il quale darà filo da torcere e tutti? Per me la verità sta nel mezzo. Reputo che in campagna acquisti abbiamo fatto 30, ma che manchi qualcosa.

1) Serve un centrocampista coi controfiocchi, disposto a sputare sangue nelle giornate in cui vai fuori casa, sei sotto di un gol, e tocca correre dietro ad avversari scatenati. Abbiamo i trequartisti per divertirci quando siamo sopra col punteggio; non disponiamo dell'atleta che dà la scossa nei momenti bui. Non male Paulinho, dotato anche di una notevole castagna dai 30 metri. Ci sarebbe anche Guarin a poter randellare dalla distanza: ad Appiano Gentile garantisco che infila i missili; in partita s'irrigidisce al momento dell'impatto con la sfera. Gli passerà l'ansia e comincerà a bombardare da fuori area: dobbiamo avere più frecce al nostro arco, specie contro avversari chiusi a riccio.

2) A mio giudizio un uomo d'area lo devi prendere. Milito non è un giovincello, e se la campagna acquisti ha indotto Stramaccioni a giocare con una punta, allora occorre un tizio disposto a dare e ricevere gomitate e insulti nei 16 metri. Sullo 0-0 in casa, quando manca mezz'ora alla fine, necessitiamo di peso là davanti.

3) Stramaccioni l'ho visto schierare la Primavera dell'Inter - che ho seguito con enorme interesse - molto più larga sulle fasce rispetto alla squadra che allena adesso. Ora ha avuto l'intelligenza di modellare l'Inter sulla base della rosa a disposizione, però un esterno gli farebbe molto comodo, se non altro per variare modulo e confondere le idee all'avversario. Per fortuna, Strama non è calcisticamente ottuso come Gasperini, rigido con la sua difesa a tre, e si adeguerà alla materia prima. Afellay il mio nome.

4) Difesa: io non ho idea se Silvestre reggerà quando salirà la tensione nervosa, durante i match importanti. In quanto a Ranocchia, pareva un giocatore invecchiato di 20 anni d'un colpo e ho notato che le gambe son tornate a girare; ma in futuro? Samuel dà garanzie atletiche? Comunque, può anche andare così se: Maicon resta, con la casella di destra che diventa piena; Pereira (foto) diviene titolare al posto di Nagatomo a sinistra.

5) Attendo, questa è la mia umile opinione, che Stramaccioni si trasformi da allenatore sorpresa ad allenatore coi coglioni quadrati per davvero. Gli manca l'ultima mossa: far respirare Zanetti e Cambiasso lasciandoli in panca per un sano minutaggio, gestendo il turnover con cattiveria sportiva. Quella cattiveria sportiva che ha reso Guardiola e Mourinho due grandissimi allenatori.

In definitiva, cautela. Manca uno per fare 31. La Juve, va ammesso, è due spanne più su di noi a oggi.


Nessun commento:

Posta un commento