Cerca nel blog

domenica 16 novembre 2008

Milan: rigore, rigore e ancora rigore. Che esagerati questi arbitri!


Ennesimo rigore a favore del Milan (stavolta contro il Chievo, per l'1-0 definitivo). Era molto dubbio. Così come era difficilissimo capire se fosse dentro l'area. Secondo me, la massima punizione va data soltanto se c'è la certezza dell'infrazione. Dev'esserci un'entrata fallosa chiara e inequivocabile, e indubitabilmente in area. Anche perché poi, se applichi all'inizio un criterio di valutazione così severo, devi mantenerlo per tutta la partita; invece, l'arbitro ha lasciato correre altri falli a centrocampo. Per non parlare di quanto accadeva in ogni mischia in area, su un fronte e sull'altro.

Credo che alla base ci sia assenza di buon senso. Un arbitro (De Marco, nell'occasione) non può rovinare in modo così palese la contesa. È assurdo fischiare un rigore dubbio dopo pochi minuti. Il giudice di gara dovrebbe lasciare che le due squadre si battano allo stremo delle forze e concedere esclusivamente i falli sicuri.

No, non venitemi a parlare di arbitro che l'ha fatto apposta. Non è successo né stavolta né per gli altri innumerevoli rigori a favore del Milan. Il discorso va impostato semplicemente sull'abilità, da parte dei giudici di gara, di interpretare le situazioni. Casomai, trattasi di arbitri con una tenuta mentale scarsina. Che però nulla ha a che vedere con la buona fede. Questa non è in discussione.

[foto via aia-figc.it]

7 commenti:

  1. per loro un brodino,per Inter/Juveabbonamenti annuali

    RispondiElimina
  2. Se un arbitro sbaglia, il discorso vale per tutte le squadre. Identico.

    RispondiElimina
  3. Ascione si deve guardare bene la partita. Un doppio fallo su Dinho, di cui il secondo in scivolata a piedi uniti senza palla dentro l'area. E nell'area senza palla, atterramento di Inzaghi.

    RispondiElimina
  4. No dai, non ditemi così. Qui ci andiamo tutti piano. Parliamo di buona fede. Diciamo che arbitrare è difficile. Giustifichiamo gli arbitri di fronte alle continue e reiterate simulazioni dei campioni. Però non ditemi che il Milan è stato addirittura penalizzato...

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. mi fa rabbia che opinionisti e specialisti giudicano il rigore dopo aver visto e rivisto alla moviola, mentre l'arbitro deve decidere in una frazione di secondo. Sostengo sempre che devessere coadiuvato da un'altro collega.

    RispondiElimina
  7. L'arbitro fa danni. L'assistente pure. Non mi pare il caso di piazzarci dentro un secondo arbitro. Casomai va rivisto il criterio di selezione degli arbitri.

    RispondiElimina