Cerca nel blog

sabato 18 ottobre 2008

Poker Room del Gioco Digitale: giusto stroncare la Collusione. Ma l'esempio del rilancio mi lascia perplesso


Dicono le regole della Poker Room di Gioco Digitale, a proposito della Collusione (in corsivo): E' assolutamente vietato collaborare con alcuni giocatori a discapito di altri, ad esempio non puntando quando si ha il punto massimo e si è ultimi ad agire, oppure effettuando grossi rilanci e fare fold dopo un successivo piccolissimo rilancio quando si ha una buona mano. Tali comportamenti scorretti vengono monitorati dal server di gioco e possono anche essere segnalati dai giocatori stessi. Gioco Digitale si riserva il diritto di analizzare la condotta di gioco presente e passata dei giocatori segnalati e di prendere gli opportuni provvedimenti. Nei confronti dei trasgressori Gioco Digitale si riserva il diritto di sospendere temporaneamente o definitivamente l'accesso all'ambiente di gioco prima, durante e dopo un torneo; in caso di sospensione durante un torneo, il trasgressore verrà automaticamente escluso dal torneo. Gioco Digitale si riserva altresì il diritto di sospendere l'accesso al conto gioco dei trasgressori.

In linea generale, non si può non essere d'accordo con quella norma della Poker Room. Giusto stroncare sul nascere l'odiosa collaborazione fra due giocatori a uno stesso tavolo. Altrettanto legittimo che Gioco Digitale si riservi il diritto di analizzare la condotta di gioco dei giocatori segnalati e di prendere gli opportuni provvedimenti. Necessario anche che Gioco Digitale abbia il diritto di sospendere l'accesso al gioco e al conto. Intelligente il primo esempio: "non puntando quando si ha il punto massimo e si è ultimi ad agire".

Tuttavia, mi permetto di esprimere qualche dubbio sul secondo esempio: "effettuando grossi rilanci e fare fold dopo un successivo piccolissimo rilancio quando si ha una buona mano". Traduzione: il giocatore A punta 10 chips (gettoni); il giocatore B rilancia a 17 chips con una buona mano; il giocatore C rilancia a sua volta a 19 cips; il giocatore B lascia (fa fold). Io qui non ci vedo un evidente desiderio di avvantaggiare altri, cioè di collusione, imbroglio. In realtà, l'obiettivo numero uno del pokerista è proprio far rimbambire gli altri giocatori, disorientarli, farli impazzire, togliere ossigeno al loro cervello. Se fai un grosso rilancio e scappi dopo un piccolo rilancio successivo, può darsi che la prossima volta altri facciano piccoli rilanci sopra il tuo per indurti a lasciare, e tu ne approfitti per non andare via ma per stangarli definitivamente.

È soltanto un'opinione personale su quell'esempio di Gioco Digitale: non intendo dire che ci sia una regola non valida. D'altronde, è altresì vero che fare esempi concreti di collusione al poker sia un'impresa improba, giacché il tipo di gioco lascia aperte infinite variabili di comportamento lecito e illecito.

Nessun commento:

Posta un commento