Cerca nel blog

martedì 24 febbraio 2009

Inter-Manchester 0-0: una lezione dagli inglesi. C'è soltanto un infinito Julio Cesar


All'Inter è andata di lusso: il Manchester meritava di vincere con due gol di scarto. Ai Red Devils lo 0-0 sta stretto. Ci ha pensato un Julio Cesar stratosferico a stoppare gli inglesi. Mi riferisco in particolare a due episodi. Uno, il miracolo su Giggs nel primo tempo: è stato intelligentissimo a restare in piedi fino all'ultimo. Due, la magia allo scadere, quando Rooney gli stava andando via a destra e con un guizzo ha recuperato di piede: col destro, che non è il suo.

Non c'entrano né la mancanza di mentalità europea né Mourinho: il Manchester è due spanne superiore come rosa. Caspita: aveva in panchina addirittura Rooney e Scholes. Pazzesco. Gli inglesi sono inaffondabili.

Per il ritorno, lì in Inghilterra, non credo proprio che Julio Cesar possa continuare a fare il mago. Mi chiedo soltanto se, la prossima volta, Mourinho farà ancora giocare la squadra titolare in campionato prima dello scontro col Manchester. Perché è ormai palese: questa rosa non regge né atleticamente né psicologicamente tre partite a settimana.

Spero di non rivedere Rivas al centro, che è stato un po’ pasticcione, specie quando s’è lasciato sfuggire Giggs. Molto meglio Cordoba nella ripresa. Ricordo appena due fiammate dell’Inter: il velo di Ibrahimovic per Adriano, che poi si esibisce in una strana carambola coi due piedi. E un colpo di petto di Cambiasso su corner. Pochissimo per un pubblico straordinario come quello visto a San Siro.

Manchester favoritissimo per il ritorno. Prevedo un'Inter chiusa nella propria area di rigore. In attesa di improbabili contropiede.

[foto via Inter]

4 commenti:

  1. Certo che l'Inter, dato per travolto a San Siro sin da quando è uscito il nome del Manchester dall'urna degli ottavi, stasera ha deluso.Specialmente quelli che attendevano il crollo dei nerazzurri per festeggiare con lo champagne appositamente messo in fresco.Invece è andata male.L'Inter ha fatto una partita muscolare ( come quella che farà la Juventus domani sera contro il Chelsea) ma ha ottenuto di non perdere e di non subire reti.In Inghilterra sarà un'altra gara , l'Inter sarà assediato, probabilmente subirà un goal ma se ne segnerà si porterà a casa la qualificazione.Che l'Inter possa segnare non è impossibile e che il Manchester , nonostante la sicurezza che ostenta, in realtà avrà di che preoccuparsi è un altro dato certo.Il passaggio agli ottavi lo si può conquistare anche subendo "lezioni" come quella di stasera.L'importante è impararle bele, le "lezioni"....

    RispondiElimina
  2. Caro Anonimo, suvvia: con un qualsiasi altro portiere, l'Inter bne avrebbe prese tre.

    RispondiElimina
  3. beh, ma "con un qualsiasi altro portiere, l'Inter bne avrebbe prese tre" non significa assolutamente nulla, J Cesar è il portiere dell'Inter e ha fatto estremamente bene il suo dovere. Per il ritorno sono meno fiducioso, ma c'è da dire che quest'anno fuori casa giochiamo meglio che in casa... sperem

    RispondiElimina
  4. Io penso che Mou abbia ragione. All'Old Trafford sarà un'Inter diversa. Questa è una gara che potrebbe finire in pari con più reti, o addirittura anche andare ai rigori.
    Ovvio che per mie ragioni di bandiera spero che l'inter perda.
    Un saluto

    RispondiElimina