martedì 3 febbraio 2009

Ma Mourinho rischia di pagare colpe non sue


L'Inter non vince la coppa Campioni (oggi Champions League) dal 1965. Quindi, in Europa non vince dal 1965, giacché la coppa Uefa (come la vecchia coppa delle Coppe) vale quanto un due di picche (così è anche se il Milan dovesse vincerla: mi auguro che all'improvviso i mass media non cambino idea). Il fatto è che Mourinho, al primo anno di Inter, potrebbe pagare i 44 anni di digiuno europeo. Già, si ritrova di fronte la squadra più forte del mondo (e una delle più temibili di ogni tempo), il Manchester United, e deve fare il miracolo: dare una dimensione europea all'Inter.

Sì, tutto d'un fiato; tutto d'un tratto. Come se Mourinho fosse all'Inter da una vita. D'altronde, a Milano così funzionano le cose: c'è una pressione tremenda sui nerazzurri. Provate a chiedere a Quaresma quant'è pesante quella maglia...

Dal Manchester in poi, Mourinho può spiccare il volo ed entrare nella storia dell'Inter. Oppure rischia di essere spernacchiato dai mass media.

Sarà apoteosi calcistica o dramma sportivo.

[foto via Manchester United]

2 commenti:

  1. In fondo è pagato tantissimo proprio per questo, cioè per dare all'Inter una identità nuova. C'è da chiedersi nel caso l'Inter esca dalla Champions se Moratti avrà la forza di tenerlo ancora per uno o due anni, tempo minimo per portare avanti un progetto così ambizioso.

    RispondiElimina
  2. Ciao amico, t'ho messo nel blogroll.

    RispondiElimina