Cerca nel blog

martedì 20 aprile 2010

Inter-Barcellona 3-1. Miracolo. Le pagelle dei nerazzurri. Caro Messi, che strano quell’impatto violento con Maicon…

Prima del fischio d’inizio, all’Inter serviva un’impresa per battere la squadra più forte del mondo e una delle più terribili della storia del calcio: il Barcellona. Sullo 0-1, col gol di Pedro, sarebbe stato già un miracolo pareggiare. Francamente, ancora non mi capacito di come abbia fatto l’Inter addirittura a vincere 3-1. Magari le pagelle ci aiutano a capire.

Julio Cesar 8. Compie tre interventi difficili e decisivi: la respinta su colpo di testa ravvicinatissimo di Busquets è una magia. Strepitoso il tuffo su punizione di Messi: intelligente anche a intuire che l’argentino l’avrebbe messa lì.

Maicon 8. Un mostro di potenza, un atleta benedetto dagli dei. Difende e spinge sulla fascia come un demonio. Il gol è di una delicatezza carioca senza pari: aggancio morbido e tocchetto in rete. Esce nel finale dopo il violento impatto con Messi.

Lucio 6,5. Errore sanguinoso sullo 0-0 che dà il via all’azione del gol del Barcellona; oltretutto, non chiude su Maxwell, che fa l’assist a Pedro. Però ha il merito di riprendersi e di salvare sul 3-1 in acrobazia.

Samuel 7. Se la vede con Ibra e lo limita fortemente. Ha l’astuzia di stare a pochi millimetri dagli avversari senza commettere falli.

Zanetti 7,5. Capitano coraggioso. Mille polmoni in ogni zona del campo. Mente freddissima, sempre.

Thiago Motta 7,5. Ha spesso davanti a sé Messi in prima battuta e si sacrifica in copertura, aggiungendo qualità con buone manovre. Sradica la palla dalla difesa blaugrana per lanciare Eto’o: di lì, il gol del 3-1.

Cambiasso 7. Il signore del centrocampo. Sa con anticipo dove andrà il pallone e si sfibra in pressing.

Sneijder 8. È l’uomo della svolta: segna il gol del pareggio che riaccende gli animi. Un destro sul primo palo. Onnipresente a centrocampo, s’infila spesso in avanti pungendo a più non posso. Fa l’assist a Milito.

Pandev 7. Senz’altro meglio delle precedenti uscite, mi è addirittura piaciuto di più in copertura che in costruzione. Ha il merito di farsi fischiare diversi falli a favore nel primo tempo, sulla sinistra. Dà il via al contropiede per il 2-1, aprendo a Milito.

Eto’o 7,5. Bionico. Raramente ho visto un calciatore fare così tante volte il campo su e giù, a marcare anche i fili d’erba. Rincorre tutti e poi resta lucido in costruzione. La dà in mezzo a Milito, che la serve a Sneijder per l’1-0.

Milito 7,5. Sbaglia un gol, ma l’assist a Sneijder è al bacio: morbido di sinistro. E l’assist a Maicon è geniale. Poi, quando la mette di testa per il 3-1, è estasi argentina.

Stankovic s.v.
Chivu s.v.
Balotelli s.v. Comincia bene, ma dopo un paio d’errori bisticcia con il pubblico.

Mourinho 9. Con qualsiasi altro allenatore, l’Inter sarebbe uscita dalla Champions nella partita d’andata, stasera: il Barcellona ha una rosa tre volte superiore a quella del portoghese. Invece, il mago di Setubal compie il suo capolavoro tattico, ingabbiando Messi e Ibrahimovic; e dà una carica ai nerazzurri come mai in passato.

Postilla su Messi. È il migliore del pianeta. Fa sempre paura, quando parte palla al piede è un piacere vederlo. Capisco che se subisce falli si lamenta in campo e pure sui mass media. Capisco pure la simulazione (senza ammonizione) dopo il contatto con Cambiasso. Però poteva stare un po’ più attento in area quando ha impattato involontariamente con la spalla sulla faccia di Maicon. La palla era quattro metri più in alto: proprio necessario saltare sulla mascella del brasiliano?

Chiudo con un pronostico per il ritorno a Barcellona fra sette giorni. Dico che l’Inter, nella prima mezz’ora, non uscirà dalla propria area di rigore. Servirà anche un arbitro all’altezza, che non si faccia condizionare dallo strapotere spagnolo a livello Uefa e dalle pressioni della stampa iberica. Ricordatevi di Chelsea-Barcellona, quando Ovrebo consegnò la Champions nelle mani dei catalani. Sono convintissimo che al Camp Nou se ne vedranno di tutti i colori. L’Inter sarà sola all’inferno: con lei, solo i tifosi della Beneamata e del Real Madrid.

A tale proposito, un sondaggio.                                                                                                                                                                                                                   

6 commenti:

  1. Partita indimenticabile per i colori nerazzurri. Una serata che, comunque vada il ritorno, rimarrà impressa nei nostri cuori.

    Un'annotazione che dovevo farti da un pò e che alla prima occasione scriverò anche sul mio blog. Tu sei stato l'UNICO che ha sempre sostenuto che l'Inter non aveva l'organico per competere su due fronti e che se voleva puntare alla Champions doveva mollare il campionato. Avevi visto giusto e, scusa se lo ripeto, sei stato l'unico. COMPLIMENTI !!!

    RispondiElimina
  2. Sì Entius, in campionato ha sbracato. Anche un po' spinta nel burrone da altri. Ma al Camp Nou ci sarà da soffrire. Serviranno bravura, fortuna e arbitro di ferro.

    RispondiElimina
  3. perdonami ma non sono assolutamente d' accordo sul "Miracolo" del titolo.
    Un mircaoclo è qualcosa fuori dell' ordinario, mentre la crescita delle prestazioni nerazzurre in Champiosn sono un fatto costante e tangibile.
    Forse ci siamo dimenticati troppo in fretta che abbiamo fatto fuori il Chelsea ( ed in che modo lo abbiamo fatto fuori).
    Il facile ostacolo del CSKA e l' abbondante e facile vittoria del Barça contro l' Arsenale ci ha un pò tutti furoviati.
    Ripeto l' Inter sta dimostrando miglioramenti nella consapevolezza della propria di partita in partita in UCL ed in più, fatto non secondario, nelle ultime partite della Champions ( dal Rubin kazan di ritorno in poi) sempre con tre attaccanti ( francamente non ricordo la formazione di Mosca).
    Dunque dove sta il miracolo? Il nostro tecnico sa il fatto suo, e ripeto, la formazione dell' Inter con tre punte più Sneijder sta dimostrando di potersela non solo giocare con tutti ma di mettere in seria difficoltà ciascun avversario che incontra sulla sua strada, dunque, ripeto, il miracolo lo ha visto solo tu.

    RispondiElimina
  4. scusa, non sono d'accordo...

    il gol di Milito era in fuorigioco e hanno negato il rigore al Barcellona.

    Quindi mi aspetto che il Barcellona riceva gli stessi favori che ha avuto l'inter.

    RispondiElimina
  5. @ Carlo. Confermo. È un miracolo. Il guaio è che ne serve un altro al Camp Nou. Più tanta fortuna e un arbitro adeguato.

    RispondiElimina
  6. @ Trap. Sullo 0-0, Milito solo davanti al portiere fermato per fuorigioco inesistente. Fai andare l'Inter sull'1-0 e poi ne riparliamo... Basta con gli Ovrebo che regalano la Champions al Barcellona...

    RispondiElimina