Cerca nel blog

sabato 27 settembre 2008

Mourinho: se perdi il derby, ti crocifiggono

La sua più recente conferenza stampa ha provocato un terremoto: nel mirino aveva Ranieri, Beretta e chi ha una mentalità chiusa e ristretta. Parlo di Mourinho, allenatore dell'Inter, il quale sta portando scompiglio nel calcio italiano. Il motivo? In genere, quando un mister ha un microfono sotto il naso, si esprime nei seguenti termini: "scendiamo in campo per vincere; meritavamo qualcosina di più; abbiamo raccolto qualcosina di meno; c'è qualcosina da rivedere; vedremo cosa succederà". È un modo per non avere rogne. Io allenatore parlo in conferenza stampa, dico una banalità dietro l'altra, non mi sbilancio, e faccio contenti tutti, pure lo studio televisivo che mi fa un bell'applauso e mi ringrazia.

Invece, Mourinho ha portato aria nuova. Concetti chiari e decisi, opinioni nette, giudizi espressi senza peli sulla lingua. È questo il vero modo di rispettare il lavoro dei giornalisti e i lettori. Sono in pochi ad apprezzarlo.

Ma c'è un boomerang. La mancanza di diplomazia porta con sé invidia, gelosia, rabbia, frustrazione da parte di chi si sente offeso, tirato in ballo. La cricca degli omini grigi che vogliono un calcio conformista è pronta ad assalire Mourinho alla prima batosta. E il derby arriva a puntino. Se il portoghese le prende dal Milan, verrà crocifisso dalla marea di mediocri che animano il nostro calcio. Preparati, José.

[foto blogs.manchestereveningnews.co.uk]

1 commento:

  1. si, ma con il tuo ragionamento allora chiunque dovrebbe dare giudizi su chiunque.
    allora ranieri dovrebbe dire: mourinho è un cretino, ancelotti di ranieri: sei un vecchio bolsito, etc, etc,
    non ti sembra che al contrario mou interpreti un personaggio da soap? a me sembra molto poco autentico e molto costruito.
    e , come hai ricordato tu, prima o poi perderà anche lui.
    a quel punto come reagirà quando saranno gli altri a prenderlo per il culo? incasserà da signore? o si lancerà in ulteriori polemiche?

    così il campionato diventerà: insulti da e per mourinho. tanto per mettere sempre il calcio giocato in primo piano.
    ciao

    se non si è capito sono tifoso inter: ma questo mou è troppo immagine, troppo costruito, secondo me. anche tatticamente non ha inventato niente di nuovo. se avesse una normale squadra dei bassifond, nessuno vedrebbe questo nuovo modo di giocare.

    ma non mi meraviglio, in questo mondo, dalla politica allo sport l'unica cosa che conta è la visibilità enon i contenuti.
    ciao

    RispondiElimina