Cerca nel blog

domenica 7 ottobre 2012

Possono anche lasciarci in 7: noi siamo così belli che vinciamo lo stesso

È la solita solfa: Mexes e Yepes andavano espulsi tre volte, eppure il Milan ha giocato in 11. Noi, come sempre, in 10. Altre volte in 9. Ma possono anche lasciarci in 7: noi siamo così belli che vinciamo lo stesso.

Ranocchia è l’immagine dell’Inter: regala un corner al Milan con classe ed eleganza. Nel solco di Facchetti e Zanetti. Grandi calciatori e uomini puliti. Roba da Inter.

Non solo non siamo mai stati in B, nemmeno due volte, il che ci rende più titolati del Milan. Ma abbiamo ormai una supremazia totale a Milano. Per chi abita qui, è tutto.

Devo ringraziare Milito di essersi incartocciato come un bimbo dei pulcini dell’Inter, solo davanti ad Abbiati. Sul 2-0, non mi sarei divertito così tanto. Alla fine, orgasmo nerazzurro.

Stramaccioni è un signor allenatore: ha dato una lezione di calcio tattico ad Allegri, azzeccando tutti i cambi, e perfino lo schieramento in 10. Ci lasciano in 7, mentre Mexes non viene mai espulso? No problem: Stramaccioni-Stramala organizza un sano 2-2-2.

Vincere a casa Milan è di un’inimmaginabile dolcezza calcistica.

Non so chi ringraziare, comunque Galliani aveva piazzato Pato al PSG per 40 milioni: così Ibra restava e il Milan era ancora fortissimo. Se hanno Mexes, Yepes e attaccanti nulli, se la prendano con loro, senza star lì a lamentarsi per giustificarsi.

Samuel sublime. Ranocchia insuperabile. Handanovic dà più sicurezza di Julio Cesar. Arriveremo terzi, dietro Juve e Napoli. A meno che Moratti non si appassioni all’Inter di Strama e piazzi un paio di acquisti a gennaio; allora, forse, le cose cambiano. Al momento Juve sopra di due spanne, Napoli di una. Vedremo.

1 commento:

  1. Per quanto mi riguarda, è stato un derby meraviglioso. Molto gustoso il tuo articolo. Ciao!

    RispondiElimina