Cerca nel blog

giovedì 10 novembre 2011

Non credo che alla Juve convenga stuzzicare troppo Moggi…

Juve e Moggi sono ai ferri corti. Come marito e moglie che non si sopportano più dopo aver limonato per anni. Big Luciano s’è stancato di una società bianconera così gelida nei suoi confronti. Se la tattica della Zebra gobba era perfettamente riuscita con Giraudo e Agricola (del tipo, ma chi li conosce ’sti due?), ottenendo in cambio una reazione con elettroencefalogramma piatto dei suddetti, nel caso di Moggi è arrivata la risposta dell’ex onnipotente bianconero. Stizzito, irritato. Come un serpente cui è stato schiacciato il codozzo.

Dove sta il guaio? Semplice. Di moggiopoli è emerso quanto vedete in foto: la punta dell’iceberg. Quello che tutti fiutavano e sospettavano s’è rivelato vero. Ma parliamo solo di robe di metà del primo decennio di codesto millennio. Ora immaginate un attimo che Moggi s’incazzi davvero. Ipotizzate che abbia d’improvviso voglia di parlare di tutto quello sa. Faccio solo un paio di esempi. La faccenda doping della Juve. La strana annata 1997-98 culminata col rigore di Iuliano su Ronaldo (un falso storico concentrarsi su quell’episodio, giacché in quella stagione e nelle successive si verificarono fatti stranissimi). Supponete che sputi davvero il rospo su farmaci, arbitri, designatori, schede svizzere. 

L’animo umano in generale è imperscrutabile. Quello di un uomo imbestialito può rivelare sorprese da fare paura.

Moggi mi ha stupito: “Come fanno a chiamarsi fuori? Io lavoravo per loro”. Ma cosa vuole dire? Cosa c’è dietro? Io attendo curioso.

Sotto questo punto di vista, il comportamento del Milan è stato molto più raffinato. Di altissimo profilo. Laddietro c’è una regia con un coefficiente d’intelligenza elevatissima. Leonardo Meani condannato a un anno. Parliamo di penale. Insomma, non è proprio una contravvenzione per divieto di sosta. No comment del Milan ora. Mentre nel 2007, era “solo” l’addetto agli arbitri del Milan, un collaboratore esterno. Ma senza calcare la mano. Diabolicamente Milan.

foto flickr.com/photos/trodel 

6 commenti:

  1. Sono sicuro che tutto questo "casino" serviva a coprire altri "casini".

    Chi vuol intendere, intenda.

    RispondiElimina
  2. A me non va giù che si debba prendere lezioni morali da tifosi di una squadra che ne faceva anch'essa di tutti i colori e che si è sempre salvata grazie a giochi di potere patteggiamenti e prescrizioni varie.
    Io sono juventino, non dico che Moggi non sia colpevole, accetto la sentenza anche se piena di contraddizioni che fatico a capire (Moggi condannato e Juve assolta per esempio!!) ma leggere articoli di questo genere che vogliono far la morale mi fanno rabbrividire, mi fanno capire come si possano scrivere tante fandonie solamente per difendere un'ideale calcistico, senza alcun senso critico.
    Siate più obiettivi...!!!

    RispondiElimina
  3. @Sig. Ascione:
    Quali fatti?
    Le schede svizzere erano tranquillamente intercettabili e non è stato fatto. Inoltre non sono neanche riusciti a dimostrare la loro esistenza.
    Paparesta ha testimoniato di non essere stato chiuso da nessuna parte.
    Le intercettazioni dicono che agli alti vertici si discuteva di parlare agli arbitri per favorire Inter e Milan.
    Poi la sentenza:
    Moggi colpevole, la Juve, gli arbitri e Carraro prosciolti.....Da chi era composta la cupola? Da Moggi e da De Santis (con cui la Juve ha fatto meno punti che con tutti gli altri arbitri)...oppure Moggi è dotato di enormi poteri paranormali?

    Marco

    RispondiElimina
  4. cari anonimo 2 e marco, nn vi capisco. una sentenza ha mandato la juve in c e il milan in b. un'altra sentenza, x salvare il milan del signor g. e del signor b., ha mandato la juve in b. poi le sentenze di giraudo, agricola, moggi. ma nn vi basta mai? maddai...

    RispondiElimina
  5. Caro Fabbri, come scritto prima per me se qualcuno commette qualcosa di illecito deve avere la giusta pena, la Juve mi sembra che l'abbia avuta nell'ambito sportivo ed ha pagato.
    Quello che non sopporto è sentire voi tifosi interisti esultare e fare le persone per bene quando anche voi avete scampato la serie B solamente perchè certe telefonate sono state occultate, le quali telefonate erano addirittura più gravi di quelle di Moggi (metti dentro Collina, mandaci quell'arbitro ecc....).
    Facciamo allora un processo equo che metta dentro tutte le telefonate e poi ne riparliamo, non penso che fareste tanto i moralisti come fate oggi.
    Saluti.

    RispondiElimina