Cerca nel blog

mercoledì 5 maggio 2010

Coppa Italia: Inter-Roma 1-0. Le pagelle dei nerazzurri. L’arbitro Rizzoli è un disastro: mancano le espulsioni di Burdisso, Perrotta, Mexes e Totti (da mandare fuori prima)



Julio Cesar 6,5. Salva su Toni in tuffo a destra nel primo tempo. Sicuro e deciso nelle uscite. Nel secondo tempo, incertezza sulla punizione di Totti: Juan lo grazia.

Zanetti 7,5. Mostruoso in fase difensiva e in impostazione. Non sbaglia nulla.

Materazzi 7. Combatte in area di rigore, entrataccia su Vucinic, subisce un paio di simpatici pugni da Mexes.

Cordoba 6,5. Finché sta dentro, ossia sino a fine primo tempo, se la cava egregiamente. Poi, fuori per infortunio. Al suo posto, Samuel.

(Samuel 7,5. L'uomo chiamato Muro eleva alla massima potenza la sicurezza del reparto arretrato).

Chivu 7. Presidia la fascia sinistra con autorità, proponendosi in fase di impostazione.

Maicon 7. Stantuffo instancabile, si interscambia spesso e volentieri con il capitano.

Cambiasso 7. Se c’è lui, non si passa. Senso della posizione innato, blocca sul nascere numerose azioni della Roma.

Thiago Motta 7. Fa un paio di percussioni d’antologia, sbagliando l’appoggio finale. Delicatissimo (di esterno sinistro) il lancio a Milito per il gol. Dietro, si comporta con estrema lucidità.

Sneijder sv. Pochi minuti ed è subito impatto tremendo con Burdisso. Out per Balotelli.

(Balotelli 7. Ubriaca Burdisso, costretto al fallo sistematico. Con un arbitro all’altezza, l’argentino sarebbe stato espulso subito. Poi fa espellere Totti).

(Muntari sv).

Eto’o 7. Sacrificio costante in fascia destra e in copertura. Professionista purissimo.

Milito 8. Il gol è da far veder nelle scuole calcio. È da solo in contropiede, trova due millimetri di spiraglio e spara una bordata al fulmicotone. In precedenza, gol annullato per fuorigioco.

Mourinho 8. Chiede alla squadra di comandare. E l’Inter obbedisce con una superiorità di gioco schiacciante. Se i nervi dei nerazzurri tengono, è merito suo.

Rizzoli 2. Doveva espellere due volte Burdisso per falli su Balotelli: se ne accorge perfino Ranieri, che toglie l’argentino. Vede ma non reputa opportuno tirare fuori cartellini. Ignora i pugni di Mexes a Materazzi. Sorvola su una trattenuta in area su Toni. Lascia picchiare Perrotta: già ammonito, fa un’entrataccia su Milito, e la partita degenera. Totti era da espellere al primo calcio su Milito. Alla fine, per miracolo, non può fare a meno di estrarre il rosso: calcio violentissimo a Balotelli, più un'allegra pedatina in testa con l’interista a terra. Per non parlare del calcione finale di Taddei a Muntari. Gli do due in pagella, e non zero, perché gli assistenti non l'hanno aiutato.

[foto via Inter]                                                                                                                                                                                                                    

2 commenti:

  1. Caro Ale, questa volta non sono proprio d'accordo con te, quando critichi la terna arbitrale. Tieni conto che è stata una partita con molta tensione, quindi difficile controllare i giocatori, tifosi e dirigenti.
    Gli assistenti sono stati bravissimi, non è detto che devono assistere l'arbitro poi ora che usano le radio potrebbero anche averlo aiutato senza che noi ce ne accorgiamo.
    Hanno valutato i fuorigioco in maniera eccellente, forse Rocchi ha sbagliato qualcosina, ma ti dirò che il presunto rigore su Toni è molto discutibile in quanto inizia lui con la trattenuta ed il fischio arriva infatti prima della caduta.
    I cartellini tutti corretti ed sai prima di estrarre il secondo cartellino si da sempre una possibilità, mentre per il caso Totti fallo cattivo premeditato, basta guardare la faccia come si carica come premedita quel colpo..
    Concludo che alla terna darei un 6 politico.

    RispondiElimina
  2. post spettacoloso. ma chi cazzo sei? complimenti, ascione. condivido tutto. una ammiratrice.

    RispondiElimina