Cerca nel blog

domenica 26 aprile 2009

Napoli-Inter 1-0: senza Ibra, nerazzurri da metà classifica

A Napoli, l'Inter ha giocato in 10: Ibra ha toccato un paio di palloni. Succede di essere in serata no. Il guaio è che i nerazzurri, senza lo svedese, sono da metà classifica. Non è certo una coincidenza che tutte le sconfitte dell'Inter si verifichino in una partita storta di Ibrahimovic. Farà bene Moratti a tentarle tutte per trattenerlo a Milano, perché non so con quale altro giocatore l'Inter possa essere grande.

Proprio per questo, reputo Roberto Mancini e Mourinho due grandi allenatori: si sono trovati col peso di dover vincere pur avendo una rosa sopravvalutata. A Ibra, si può aggiungere Maicon, che però adesso è out per infortunio. Ci sarebbe anche Julio Cesar, il quale tuttavia i gol non può certo farli.

Ora, chissà se l'Inter ha paura della rimonta del Milan: di sicuro, i rossoneri vanno a mille, sorretti da una straripante condizione fisica e da un Inzaghi irrefrenabile. Come sempre, il calendario conta zero: ci si ricordi che la Roma, un quarto di secolo fa, perse lo scudetto col piccolo Lecce all'Olimpico; proprio l'Inter nella capitale con la Lazio; il Milan due volte nella fatal Verona. Quindi, il fatto che - sulla carta - i nerazzurri abbiano incontri meno difficili della squadra di Ancelotti non è rilevante.

Opinione personale: se il Milan vince questo scudetto, diventa la stagione più incredibile e divertente da quando esiste il campionato; e Moratti vende l'Inter. Altro che Champions: questa sarebbe una soddisfazione di ineguagliabile portata per i tifosi del Milan. Che giustamente non gradirebbero invece un quarto leggendario scudetto di fila dell'Inter (tre sul campo).

1 commento:

  1. Mi pare di capire che tu non sia interista, e nemmeno un lontano simpatizzante nerazzurro eh? :)

    Ma dissento, comunque, sul discorso-calendario. Che conti zero, a mio parere, è assolutamente sbagliato. A fine stagione, un conto è giocare contro squadre con obiettivi già raggiunti, un altro affrontare compagini con il coltello tra i denti.

    RispondiElimina