Cerca nel blog

venerdì 7 gennaio 2011

È il campionato di più basso livello degli ultimi 30 anni: caro Leonardo, peccato regalare lo scudetto al Milan, sostenuto dalla fortuna arbitrale

La capolista, cioè il Milan, gioca un match squallido a Cagliari. I sardi prendono un palo e Nené s’addormenta da solo davanti ad Abbiati; i rossoneri passano con un gol in fuorigioco (ennesimo regalo arbitrale, dopo le numerosissime sviste a favore degli uomini di Allegri in questo campionato). Il Milan dipende al 95% da Ibra: il gioco è catenaccio e lancio allo svedese. La vera seconda forza del campionato, la Roma, doveva perdere in casa col Catania e riceve un doppio regalo da arbitro e guardalinee in versione befane. La Juve, dopo aver tirato fuori 70 milioni di euro in estate, fa un flop colossale, coperto solo da mass media amichetti. Il Napoli ha la personalità di un passerotto: appena l’affare diventa grande, si squaglia. La Lazio non è male, anche perché non gioca in Europa e se la gode, ma gli avversari hanno imparato a conoscere Hernanes, strangolando la fonte offensiva.

Chi resta? Ah sì, l’Inter. Ma noi paghiamo gli errori di Ciccio pasticcio, Benitez. Che aveva tolto l’anima alla squadra. Adesso dobbiamo ripartire con uno svantaggio abissale. Con Ranocchia (ottimo al Bari e al Genoa, tutto da vedere all’Inter) al posto di Samuel. Il recupero più importante sarà quello di Julio Cesar, dal momento che Castellazzi non è all’altezza: non esce mai sui calci d’angolo. Sua la responsabilità del gol del Napoli, come a Lecce. Decisiva la vena dell'attaccante più forte del mondo, nella foto: Eto'o.

A Leonardo il compito di riempire di furia agonistica i ragazzi, ammosciati da mesi di allenatore camomilla.

L’obiettivo è non far scappare via il Milan. Restare in scia a una decina di punti, per poi giocarsi lo scudetto in primavera. Fra stanchezza, infortuni, eliminazioni traumatiche dall’Europa, litigi negli spogliatoi, è a marzo che si decide il campionato.

Non ricordo così tante squadre scarse nel campionato italiano negli ultimi 30 anni. Sarebbe davvero un peccato regalare lo scudetto al Milan, ancora più debole di quello fortunatissimo di Zaccheroni.                                                                                                                                                                     

10 commenti:

  1. Mi sembra davvero strano che quest'anno si parli di aiuti arbitrali, quando lo scorso anno senza i grandissimi aiuti arbitrali l'Inter sarebbe finita 4 o 5 in campionato e non avrebbe visti gli ottavi di champions league. Io mi asterrei da certi commenti. Grazie e forza MIlan

    RispondiElimina
  2. Nella stagione scorsa, senza errori arbitrali, il campionato l'Inter l'avrebbe vinto facile; invece ha dovuto trionfare all'ultima giornata: meglio così, più emozionante e intenso. In quanto alla Champions, ricordo Milito ed Eto'o fermati per fuorigioco inesistenti mentre andavano a segnare. Grazie a te, ma non astenerti dai tuoi commenti, peraltro civili.

    RispondiElimina
  3. Benitez ha fatto parecchi danni ma è stato "facilitato" dal fatto di dover schierare gente giovane come Biabiany, Coutinho, Obi, Nwanko.
    Possiamo ancora dire la nostra. Ma l'Inter di Leonardo è ancora tutta da verificare.

    RispondiElimina
  4. fuorigioco millimetrico, forse l'unghia dell'alluce è in fuorigioco.. dov'è finito il principio: "in doubt no flag"?? non scadere nel ridicolo..

    RispondiElimina
  5. @Entius. Servono un centrocampista e una punta. Ma non ci sono soldi. Due opportunità: Montolivo e Mutu.

    RispondiElimina
  6. @Anonimo. Non è un fuorigioco millimetrico. Lì ballano una trentina di centimetri. Era facile facile da vedere: attaccante e difendente erano fermi come birilli. Non c'era proprio nessun dubbio. Situazione limpida. Guardalinee inadeguato. Gravissimo errore, l'ennesimo, pro Milan.

    RispondiElimina
  7. impagabile sentirti rosicare così.. soprattutto da una persona seria che fino alla finale di Madrid non aveva il coraggio di intitolare il proprio blog all'inter ma si nascondeva dietro ad altre definizioni.. e fa sorridere sentirti parlare di aiuti arbitrali dopo quelli evidenti pro-inter degli anni passati:
    http://www.corriere.it/sport/09_marzo_04/classifica_errori_arbitrali_osservatorio_5eff7302-08da-11de-af33-00144f02aabc.shtml

    http://forum.chorse.it/forum/chorse-calcio-sport-multipli/53622-dossier-errori-arbitrali-favore-dellinter-stagione-2009-2010-a.html

    RispondiElimina
  8. Sorvolando sulla questione arbitrale, è innegabile come l'unica avversaria possibile di questo Milan sia proprio l'Inter. Sotto questo aspetto, i punti dilapidati con Brescia e Lecce sono pesantissimi, perchè avrebbero garantito un ipotetico -3 dopo i recuperi delle due gare che mancano.

    Purtroppo la squadra di fatto ha buttato 3 mesi di lavoro dietro a infortuni e noie da spogliatoio, e adesso si ritrova a sperare in un -7 che sarebbe ancora un bel distacco, ma che lascerebbe aperti spiragli.

    Io credo che il Milan vincerà questo campionato, onestamente..e lo meriterà, perchè non avere avversarie non è mai un demerito, tutt'altro.

    RispondiElimina
  9. @Anonimo. Certo che rosico. Come te. Che però resti anonimo... Così è lo sport. Vedi gli errori pro Inter (inesistenti, ci sono stati solo errori contro) che dici tu. In quanto al titolo del blog, ti sbagli. È un titolo registrato dalla nascita. Casomai, il colore è cambiato, quello sì. Ma cambierà ancora, sono sicuro che te ne accorgerai anche in futuro. Sei fra le migliaia di lettori che mi seguono. Non posso che ringraziarti.

    RispondiElimina
  10. @Antonio. Il Milan era e resta favoritissimo. Paghiamo la gestione Benitez.

    RispondiElimina