Cerca nel blog

lunedì 10 gennaio 2011

Inter, due vittorie che non convincono. Così il Milan non lo prendi: loro hanno Ibrahimovic e Cassano. E una fortuna arbitrale illimitata. Ti serve comprare

Non bastano i tre gol al Napoli, in una prestazione non molto convincente: i partenopei sull’1-1 non hanno avuto l’istinto del killer, ma potevano farci a pezzi con Maggio. Non bastano neppure i 20 minuti di Catania, dopo 70 minuti disgustosi, specie dal 45° in poi, quando i siciliani ci hanno presi a schiaffoni e siamo stati salvati tre volte da un immenso Castellazzi sullo 0-0.

Non sempre Cambiasso si trasforma in Boninsegna. Non succederà ancora che Thiago Motta le azzecca tutte.

Vedo un attacco moscio. Osservo un Milito che non riesce a metterla, un Eto’o che forse pensa di essere ancora squalificato, Pandev che vede la porta come un primavera all’esordio in serie A.

Il distacco dal Milan è abissale: l’allenatore camomilla Benitez ormai ha combinato il ciccio pasticcio.

Così il Milan non lo prendi. È anche dotato di una fortuna arbitrale sconsiderata (fermo restando che arbitri e guardalinee - inclusi quelli che non vedono fuorigioco millimetrici in serie - sono in buona fede). Mi ricorda da vicino quella fortunatissima Juve del 1997-98, cui la Dea Bendata diede leccate a ripetizione (la più famosa chicca resta quella di Iuliano su Ronaldo).

Ma la realtà è che i rossoneri dispongono di un fenomeno (in campo nazionale) che si chiama Ibra. Noi no. Loro hanno anche un genio di nome Cassano. Noi no.

La soluzione? Il mercato di gennaio. Serve un grande acquisto. Oppure lasci lo scudetto al Milan e buonanotte.                                                                                                                                                 

2 commenti:

  1. Con questa squadra, arbitraggi esclusi, competere con il Milan è quasi impossibile.
    Loro hanno un potenziale offensivo da paura, niente a che vedere con i nostri attaccanti.
    Servono un paio di innesti. E di qualità.

    RispondiElimina
  2. Condivido Entius, il Milan ora ci è superiore.

    RispondiElimina