Cerca nel blog

domenica 30 gennaio 2011

L’urlo dei tifosi milanisti ai gol del Palermo: terrorizzati dall’Inter

Per conto mio, il Milan ha già vinto lo scudetto. Dopo aver ingaggiato giocatori in quantità, facendo affari con Raiola, non ha rivali. Troppo netto il distacco dall’Inter. Fossimo a inizio stagione, le cose sarebbero diverse; ma ormai è tardi, e il Milan è campione d’Italia.

C’è un però. Oggi, i due gol del Palermo sono stati salutati dai tifosi del Milan con esultanze che vanno ogni previsione. È sempre stato così e sempre sarà così: è un gioco; segna l’avversario dell’Inter, e i milanisti esultano; e viceversa. Lo faccio anch’io. Stesso discorso per le rivalità storiche: Juve-Toro, Lazio-Roma, Barcellona-Real. Tuttavia, dopo un rapido sondaggio, mi è stato raccontato che la soddisfazione dei milanisti sullo 0-1 per il Palermo e sullo 0-2 è stata notevole. Stile finale di Champions. Allora mi sono chiesto: il Milan ha lo scudetto in tasca; perché tutte quelle esultanze anti Inter?

Mi spiego. Quando l’Inter dominava i campionati, proprio come ora sta facendo il Milan, non c’era così tanto interesse per i risultati dei rossoneri. Nove punti dietro: che problema c’è? Invece, oggi mi è parso che i milanisti si siano un po’ scoperti. Ci hanno detto una cosa: “Abbiamo paura”. Ai gol di Pazzini (foto), sconforto profondo.

Così interpreto quegli urli ai gol del Palermo. I tifosi del Milan hanno una fottuta paura dell’Inter. E allora mi sono chiesto perché. Trovando una spiegazione. Il Milan gioca malissimo, tutte le partite sono affidate a catenaccio, calcioni, ammonizioni, espulsioni sfiorate, palla a Ibrahimovic. Non c’è uno straccio di modulo, di idea brillante. Lancio laddavanti, tanti falli a centrocampo e laddietro. Se appena appena la fortuna ti abbandona, sono guai.

Si tratta di 16 partite dove la Dea bendata giocherà un ruolo fondamentale in termini di infortuni, lune storte, arbitraggi, guardalinee che ti alzano la bandierina anziché no.

Palla a Ibrahimovic, sperando che l’Inter perda. La strada che porta allo scudetto. Senza paura, dai.                                                                                                                                                                       

2 commenti:

  1. Ci temono, inutile negarlo. E se ci temono è un buon segno, vuol dire che siamo veramente forti.

    http://calciorum.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Ma come fanno a temerci? Hanno comprato tutto e di più...

    RispondiElimina