Cerca nel blog

sabato 10 settembre 2011

Milan-Lazio 2-2. Rossoneri inguardabili. Ma sono più forti dell'Inter

Sette considerazioni.

1) Un Milan inguardabile pareggia con fortuna (al 30’ la Lazio doveva essere 4-2) la prima di campionato. 

2) La scorsa stagione, il Milan lanciava da metà campo per Ibra. Ora lancia dalla propria area. Il gioco è peggiorato.

3) Quando il Milan prende due gol e rischia di beccarne altri tre, in tv si dice “grande partita dei i difensori centrali”. Boh?

4) La Lazio è morta al 30’. Da lì in poi, non ha più pressato sul portatore di palla. Se il Milan non è riuscito a segnare, è perché il centrocampo è distruttivo: spaccalegna anziché creatori.

5) Dopo cinque minuti di recupero, il Milan pretendeva di calciare il corner al 96’. Alla fine, i rossoneri hanno circondato l’arbitro protestando. Io li avrei espulsi tutti con relative squalifiche le domeniche successive.

6) Il dramma è che il Milan è più forte dell’Inter. Se Gasperini non rinuncia immediatamente ai tre difensori, qui si rischia di finire fuori dalla zona Champions. I discorsi cambiano con la difesa a quattro e un modulo equilibrato.

7) Nella foto, la chiave della nostra stagione. Uno così non l'ha neppure il Barcellona.

2 commenti:

  1. Secondo me Gasp partirà con il suo credo: 3-4-3. Ma a stagione in corso cambierà modulo. O verrà cambiato lui.

    RispondiElimina
  2. Due cose: il quarto di difesa a scalare dev'essere il brasilianino; Snei deve giocare.

    RispondiElimina