Cerca nel blog

domenica 11 settembre 2011

Gasperini, la difesa a tre è troppo prudente: mettiamo due difensori. E tre punte sono poche: piazziamone quattro là davanti

Gasperini ha tante idee e tutte confuse. La difesa a tre sta all’Inter (con questi giocatori) come una gara di salto in alto a un elefante. La rosa è vecchia e logora: serve un atteggiamento prudente.

Vuoi giocare con tre punte? Sneijder dietro Milito e Pazzini.

È un delirio tenere l’olandese in panca all’esordio. Per chi poi? Per Zarate. Ma per favore.

Se Gasperini non cambia, non arriva neppure a ottobre. Altro che panettone.

Nessuno ha la pretesa che Gasperini vinca un titolo:il fairplay finanziario ci ha imposto scelte dolorose. Risultato, Milan, Napoli e Juve ci sono superiori. Il difficilissimo obiettivo è arrivare quarti, per restare aggrappati all'Europa che conta. Però tutti i tifosi avevano predicato cautela: io più volte. Vedi qui e qui. Ma Gasperini mi pare ostinatissimo. Una linea che puoi seguire con una rosa come quella dell’Inter 2009-2010. Con questi uomini, è necessaria una sana iniezione di pragmatismo. Il gioco da sogno lo puoi fare se alleni il Genoa, con tutto il rispetto. Non all’Inter. La scorsa stagione, il Genoa s’è beccato 61 gol con la difesa a tre (solo il Siena ha fatto peggio): nessun dramma. All’Inter non si può fare. Qualcuno glielo spieghi.

2 commenti:

  1. Bisogna arrivare terzi. Ti ricordo che abbiamo perso un posto nel ranking Uefa...
    Deve cambiare modulo o qualcuno cambierà lui...

    RispondiElimina
  2. Per l'Europa che conta il quarto posto non sarà più sufficiente dal 2012. A meno che la Euroleague non la consideri come Europa che conta.
    Calciopoli ha rovinato l'Italia anche in questo...eccetto l'Inter che ci ha vinto una coppa.

    RispondiElimina