Cerca nel blog

lunedì 7 febbraio 2011

Inter, Milito fuori un mese. Ora serve un miracolo per vincere. Siamo nelle mani di Eto'o

Questa stagione l'Inter l'ha giocata senza l'uomo decisivo per la tripletta del 2010: Milito. S'è rotto ancora. Ho perso il conto degli stiramenti, e francamente nessuno ha la possibilità di dire se trattasi di pura sfortuna, preparazione sbagliata, decadimento atletico. Di certo, se con il Principe (sempre più ranocchietto) si poteva nutrire qualche speranzella di rimonta al Milan, adesso l'impresa pare impossibile. Eto'o dovà sorbirsi da solo la Champions. Che Pazzini non può giocare. È da verificare la condizione psicofisica di Pandev, che nelle ultime apparizioni mi pareva un ex giocatore alle prese con match amichevoli in cui malinconicamente si cimentano le vecchie glorie imbolsite.

A Leonardo il compito di gestire Eto'o, facendo respirare spesso il camerunense. Col Bayern, in Champions, più che Pandev, preferirei vedere un centrocampo imbottito di uomini dai piedi buoni, pronti a inserirsi a turno. Per il campionato, il Leone d'Africa non può disputare tutte le partite, e in quelle che gioca non può sempre sputare l'anima. Leonardo deve trasformarsi in un piccolo chimico, dosando minutaggio e sforzo del fenomeno di colore.

Dopo aver testato maggiormente Nagatomo, è anche possibile uno schieramento con Zanetti in copertura a sinistra, e il giapponese a spingere un po' più avanti, nello spazio lasciato vuoto da Eto'o, che sarà centrattacco. Oppure si può provare una mediana con Sneijder, Thiagone, Stankovic, Cambiasso, pronti a catapultare Eto'o in porta.                                                                                                                                                                                                          

3 commenti:

  1. Purtroppo l'inter poteva vendere Milito per un sacco di soldi e non l'ha fatto... l'anno scorso è stato sfruttato fino allo spasimo, e quest'anno si vede.

    Comunque non ci sono solo le vostre assenze a pesare: guardate al Milan, alla Juventus, alla Fiorentina, ecc...

    RispondiElimina
  2. Siamo sicuri che all'Inter siano davvero pervenute offerte per Milito l'estate scorsa? E poi diciamocelo, anche se avesse disputato un'annata buona solo la metà rispetto a quella passata, sarebbe stato più che sufficiente.

    Il problema è che tra infortuni, un mondiale no, la lista del pallone d'oro che lo taglia fuori, il pallone che non entra, Diego è un calciatore che anche mentalmente non sta vivendo un periodo facile. Certo, prima c'era l'alternativa Pazzini, ora invece il Pazzo è un titolare necessariamente..con tanti saluti al turn over..

    RispondiElimina
  3. Può darsi che Milito sia uno dei moltissimi che esplodono un anno per poi decadere irreversibilmente.

    Magari mi sbaglio. Però ha superato i 30 anni...

    RispondiElimina