Cerca nel blog

domenica 20 febbraio 2011

Chievo-Milan 1-2. Le mani del Milan sullo scudetto


Era davvero difficile vederlo? Mah...

È la conferma di quanto dico dall'inizio: scudetto al Milan in questa stagione. Così è scritto negli astri...                                                                                                                                                                                       

7 commenti:

  1. E comunque del mani di Robinho non ne parlerà nessuno. sono impegnati tutti a guardare il fuorigioco di Ranocchia...

    RispondiElimina
  2. Simpaticissimo anche il mimo di Robinho: l'ho presa di petto. Che coraggio...

    RispondiElimina
  3. questo invece è regolare....

    http://sport.virgilio.it/calcio/foto/inter-cagliari-foto-san-siro.html,zoom=1197892.html

    persino il vostro presidente è più obiettivo..
    http://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Inter/21-02-2011/moratti-sudditanza-arbitrale-80234700082.shtml

    dal 1908: FC Piangina!

    RispondiElimina
  4. Inter-Cagliari 0-0: rigore su Thiago Motta. Non dato come quello a Udine e quello a Firenze su Cambiasso. Gol dell'Inter da annullare. Vittoria dell'Inter ingiusta per qualità di gioco. Moratti: è vero.

    Chievo-Milan 0-1: gol da annullare per fallo di mano, con l'arbitro a due passi, col giocatore che dice di averla presa di petto, con l'allenatore che dice che in Brasile così si fa lo stop di petto.

    Noti qualche differenza?

    RispondiElimina
  5. Mi aspettavo un tocco di mani clamoroso, repentino e truffaldino: ho visto un semplice stop con la parte alta del braccio.
    Di più, ho visto l'arbitro posizionato benissimo per essere tratto in inganno (dalla sua visuale lo stop di braccio alto poteva sembrare di petto).

    Ancora di più: ho visto Sorrentino alzare il braccio e urlare ma rimanere immobile sulla linea di porta, mentre Robinho (Lammerda per gli amici) riusciva a stopparla spalle alla porta, portarsela giù, girarsi e piazzarla a rete. A tre metri dalla porta, senza che Sorrentino - o qualche altro difensore vociante a braccio alzato - gli andasse minimamente incontro per cercare di ribattere il tiro.

    Vivisezionando l'immagine con mille replay si può dire che sì, era fallo di mano ed il gol andava annullato. Anche se di stop così a metà campo se ne vedono a decine in ogni partita, e quasi mai sanzionati.
    Un conto sarebbe stato un fallo DI MANO evidente, altro conto un braccio/spalla stoppando un pallone che arriva dall'alto: per un arbitro è molto più facile vedere e senzionare il primo che non il secondo. Soprattutto a velocità normale.

    E solo non sanzionando il primo caso si può parlare di malafede.

    RispondiElimina
  6. Ciao Anonimo, ti ringrazio per il commento, che trovo molto intelligente. Ti pregherei in futuro di non inserire nomignoli offensivi. Anche se capisco che in questo contesto intendevi chiaramente scherzare. Escludo categoricamente la malafede di Banti. Sono tuttavia libero di definirlo un arbitro incapace.

    RispondiElimina