Cerca nel blog

giovedì 21 ottobre 2010

Inter-Tottenham 4-3: un’esaltante Banda Bassotti. Coutinho è il loro re

Bianiany, Coutinho, Sneijder: la Banda Bassotti. Sono sfiziosi, veloci, fantasiosi. Bianiany ha l’allungo sui 20 metri che fa paura, Coutinho dispone di piede delicatissimo per l’assist vincente, Sneijder è una trottola inarrivabile che gioca coi due piedi. È un’Inter pirotecnica, con quei tre nanerottoli che hanno incantato.

L’Inter della Banda Bassotti mi ha divertito da pazzi. Quattro a zero e partita che pareva finita. Poi un calo di tensione comprensibile. E che diamine, serviva dare spettacolo…

Tecnicamente, la giocata che più mi ha impressionato è stato il passaggio divino di Coutinho a Eto’o per il 4-0. Che tocco delicato il brasiliano: mi ricorda tantissimo Zico. Non male anche quei due contrasti vinti dal carioca.

È solo la mia umile opinione, da interista verace: dei tre della Banda Bassotti, Coutinho è il più dotato. Mai visto uno così a 18 anni. Se Benitez insiste sul genietto nerazzurro, dimostra di essere coraggioso.

E quando arriverà anche il gol, acquisirà maggiore sicurezza e spigliatezza. Certo, deve adeguarsi a partire quasi sempre da esterno sinistro (al centro Sneijder è intoccabile); ma va bene anche così: l’importante è non vederlo mai a destra.                                                                                                                                                                                                          

1 commento:

  1. This site is the most effective ?nternet site. . Cheers Glenn Prolonoff!

    RispondiElimina