Cerca nel blog

sabato 21 ottobre 2017

Napoli-Inter 0-0. Pagelle nerazzurre: Handanovic 10; Joao Mario 0

Handanovic 10. Una doppia parata mostruosa: prima con le mani su Callejon e poi su Mertens coi piedi. Quindi altri due interventi favolosi. Questo pareggio è tutto di Handa.

D’Ambrosio 6,5. Copre molto bene la fascia destra in difesa, però non spinge molto.

Skriniar 6,5. Sarebbe da otto, ma commette un’ingenuità che poteva costare carissima: Koulibaly non ne approfitta.

Miranda 5. Lento, in ritardo, spende male un cartellino che lo condiziona per il resto dell’incontro.

Nagatomo 5. Si appisola sull’azione più pericolosa del Napoli, lasciandosi sfuggire l’uomo alle spalle: Hysaj. Svolge il suo compitino.

Gagliardini 6. Corricchia, non fa gioco, non incide.

Vecino 7,5. La sorpresa: splendida l’incursione centrale a spaccare la difesa di Sarri. È un martello pneumatico.

Candreva 7,5. Fa su e giù la fascia in continuazione con piedi raffinati.

Borja Valero 5. Ha un raggio d’azione ristretto. Dopo un’ora crolla. Comunque, è suo il tiro più pericoloso.

Perisic 6. Niente di che. Ha il grande merito di mandare a quel paese Nagatomo che non lo vede tutto solo sulla fascia.

Icardi 6. Non gli danno una boccia giocabile. Si sbatte in copertura.

Dalla panca: Joao Mario 0. Sì, zero. Dovrebbe entrare fresco e metterci l’anima, invece sembra annoiato e svogliato. Perde un paio di palloni in modo banale e non rincorre l’avversario. Non è inutile. È dannoso. Sarà colpa degli antibiotici dopo i guai fisici... Se continua così, parte. Spalletti dà un’occasione a tutti, poi si spazientisce e stila la lista di chi deve smammare.

Spalletti 7. Pareggia contro una squadra di tre spanne superiore. È secondo in campionato mentre ci sono almeno cinque squadre con una rosa più forte: Napoli, Juve, Milan, Roma, Lazio. Un signor allenatore.

Nessun commento:

Posta un commento