Cerca nel blog

giovedì 1 novembre 2012

Cos’è Juve-Inter per un interista: lettera aperta a Stramaccioni

Caro Strama,

non mi permetto di darti nessun consiglio sulla formazione e sulla tattica prima di Juve-Inter; non mi azzardo a chiederti di andare là a vincere perché - obiettivamente - la Gobba ci è attualmente due spanne sopra, e tu giochi senza un regista puro e con una rosa ristretta; non ti chiedo di motivare i ragazzi, perché mi pare che tu stia facendo andare l’Inter ben oltre le sue possibilità (siamo da quinto posto ed è un miracolo essere secondi); tuttavia, mi consento di dirti due parole su cos’è Juve-Inter per un interista. Proprio Juve-Inter, lì a Torino.

1) Juve-Inter col rigore su Ronaldo nel 1998 è un falso storico. Non è vero che la stagione fu segnata da quell’episodio. In realtà, quella partita la Juve doveva finirla in nove, senza Montero e Davids. E prima di quell’incontro, ebbe una serie di errori abitrali a favore che urlano vendetta.

2) Juve-Inter del 1961 è la folla del Comunale che deborda in campo e, secondo il regolamento, viene dato lo 0-2 all'Inter. La Juve presenta ricorso, e, grazie a qualche magia, ottiene l'assurda ripetizione della partita, in contrasto con tutte le disposizioni e i regolamenti. Per ripicca l'Inter manda in campo la Primavera e la Juve vince 9-1, scudetto compreso. È lì che Angelo Moratti diventa una tigre, e insegnerà alla Juve a vincere in Europa, e a tutti come si apre un ciclo storico; ed è in quel solco che s'inserisce la dinastia dei Moratti, a cominciare da Massimo: da soli, contro l'arroganza, sempre a testa alta.

3) Juve-Inter è una squadra che ha vinto tanto in Italia, con innumerevoli fortune arbitrali (vedi scudetti contro Inter, Roma, Fiorentina, un elenco infinito), ma zero in coppa Campioni: quella col Liverpool, una tragedia immensa, non andava giocata (per calmare le acque, venne dato un rigore per un fallo a centrocampo); quella con l’Ajax (in piena era doping) lascia il tempo che trova. Contro una squadra che ha vinto tre coppe Campioni: l’Inter.

4) Juve-Inter è una squadra che è stata una volta in serie B, contro una squadra sempre in A.

5) Juve-Inter è una squadra che non sa neppure cos’è una tripletta, contro una che è riuscita a vincere coppa Italia, campionato e Champions in fila: il triplete che tutti c’invidiano.

6) Juve-Inter è l’arbitro De Sanctis che durante Chievo-Inter del 2002 non vede il rigore su Ronaldo, regalando lo scudo ai bianconeri.

7) Juve-Inter è una squadra che ha fatto ricorsi, campagne mediatiche, usato parole fortissime, scatenato avvocati e legali, e poi dice di sentirsi accerchiata: boh?

8) Juve-Inter è una squadra che doveva perdere a Catania, e invece ha fatto pressione sul guardalinee per annullare un gol regolarissimo: roba da dare il cartellino rosso a tutta la panchina.

9) Juve-Inter è un guardalinee che tifa Juve. Cose da pazzi. Con prostituzione intellettuale al seguito.

10) Juve-Inter finirà con la vittoria schiacciante dei bianconeri (goleada), molto più forti di noi, ma per il futuro, quando avrai gli uomini giusti, ne riparliamo. So che non può succedere, sappi comunque che andare a Torino a vincere (nei prossimi anni) è come limonare con la moglie di uno juventino antipatico.

Nessun commento:

Posta un commento