Cerca nel blog

giovedì 26 settembre 2013

Inter-Fiorentina 2-1. Pagelle. Kovacic è un fenomeno planetario

Straordinaria impresa dell’Inter. Contro la Fiorentina, Mazzarri si affida ancora a Handanovic, la difesa a tre con Campagnaro, Ranocchia e Juan Jesus. Di nuovo a centrocampo sugli esterni Nagatomo e Jonathan, al centro Taider-Cambiasso-Guarin; davanti Alvarez e punta unica Palacio.

Più squadra e compatta la Viola, che meriterebbe il vantaggio. Questo arriva con Giuseppe Rossi che trasforma dal dischetto dopo che Valeri aveva concesso il calcio di rigore per una trattenuta di Juan Jesus ai danni di Joaquin. Certo che era rigore, ma allora dovevi anche espellere l’ultimo uomo che, a inizio partita, aveva fermato Palacio come ultimo uomo: mai usare due pesi e due misure.

Qui il match gira, con la furia agonistica dell’Inter. Al 27' Cambiasso riporta il match in parità con stop e semirovesciata magnifica. Al 38', favoloso Jonathan che di collo destro calcia sul primo palo. Nel recupero, paura: Handanovic para su Ambrosini.

Roma 15, Inter Napoli e (con uno scandalo) Juventus a 13 punti.

Handanovic 6,5. Incerto in un paio di uscite, splendido in porta, anche se stava per combinare una frittata. Quasi para il rigore.

Campagnaro 7. Se si muove, l’arbitro gli fischia contro. Deve camminare sulle uova.

Ranocchia 8. Il 2-1 prende inizio da un’azione devastante del centralone. Di testa, sono tutte sue.

Juan Jesus 6. Si lascia sfuggire l’uomo sul rigore. Se ne va via due volte in contropiede, ma poi sul più bello non è lucido.

Nagatomo 7,5. Sarebbe da 7. Mezzo punto in più per aver protestato contro l’arbitro con conseguente giallo. Ma sì, ha fatto bene.

Taider 7. Finché dura, rincorre tutti. Poi scoppia

(16' st Kovacic) 8. Luci a San Siro. Cambio di passo, giravolte, velocità. È un fenomeno. È un fuoriclasse che luccica di bellezza. È un diamante purissimo.

Cambiasso 8. Gol da cineteca, corsa e lucidità.

Guarin 2. Nervoso. Passeggia. Battibecca col pubblico.

(22' st Icardi) 6,5. Comincia a fare a sportellate con chiunque gli capiti a tiro: un toro.

Jonathan 7. Gol mozzafiato. Commette numerosi errori.

Alvarez 8. il suo interlocutore numero uno, Guarin, dorme. Jonathan fa danni. E lui canta e porta la croce.

Palacio 6,5. Stritolato dai colossi della Fiorentina, respira con Icardi.

Mazzarri 9. Chirurgico nei cambi. Ma a me è piaciuta la calma con cui ha subìto tutti gli errori di Valeri, arbitro pessimo. Che inventa l'autofallo: Aquilani si sgambetta da sé ed ecco il fischio. Mah...

Aiutatemi nel sondaggio in alto a destra.

Nessun commento:

Posta un commento