Cerca nel blog

martedì 26 febbraio 2013

Barcellona calcio: un cadavere in 5 punti

1) Niente pressing, primo punto di forza del Barcellona.

2) Tre elementi della rosa in lieve sovrappeso, specie Iniesta.

3) Verticalizzazioni azzerate, ma solo passaggi orizzontali. Squadra che si allunga in fase offensiva, per poi non riuscire a ricompattarsi al momento di ripiegare.

4) Mancanza di reattività neuromuscolare sul breve: l’accelerazione (la partenza da fermo) è quella dei ragazzi di 15 anni, la ripresa (acquisire più velocità mentre già si è in movimento) è quella delle donne che giocano a calcio (con rispetto parlando). Incapacità di vincere i contrasti: il piede lo mettono sempre senza decisione.

5) Inconsistenza dei tiri dalla distanza: ho visto un paio di conclusioni dai 20 metri che sembravano passaggi.

I motivi? Solo ed esclusivamente fisici. L’assenza di Guardiola o di un vero allenatore in panca non c’entra nulla. Casomai, quei 5 punti sono i motivi per cui Guardiola se l’è data a gambe levate: il Barcellona è morto e lui sapeva.

Nessun commento:

Posta un commento