Cerca nel blog

domenica 6 maggio 2012

Inter-Milan 4-2: ci spiace signor Rizzoli, a Milano due derby su due


Uscita di Julio Cesar su Boateng: prende in pieno la palla. Che cambia nettamente direzione. È un fischio semplicissimo: un bimbo capirebbe che è tutto regolare. Ma Rizzoli sceglie di decidere il derby: rigore, e match che cambia. Evito di parlare del pallone raccolto all'interno della porta da Abbiati: era gol.

Secondo tempo: rigore solare su Samuel, per fallo del fallosissimo Muntari (arrivato al Milan quand'era su di sei punti: bel colpo, Moratti!). Nulla.

Do per scontata la buona fede di Rizzoli, ma nessuno può impedirci di dire che quel gentiluomo è un broccaccio di arbitro. Per giunta, è recidivo: 29 agosto 2009, Inter-Milan 4-0, Gattuso, fallo da ultimo uomo su Eto’o. È da rosso. Niente: solo giallo. 6 agosto 2011, Milan-Inter 2-1. Gattuso: fallaccio su Obi. Gli interisti chiedono il secondo giallo in meno di un minuto; zero. Per non parlare dei vari Inter-Roma arbitrati da Rizzoli...

L’Inter era e resta da rinforzare. Senza grandi acquisti, il Milan sarà superiore anche la prossima stagione. L'importante è che si riparta da Stramaccioni, con uomini adatti al suo gioco spumeggiante. Ma questa storia degli arbitraggi nei derby dovrebbe essere uno dei punti su cui lavorare la prossima stagione: non è possibile giocare la stracittadina così, sempre in inferiorità arbitrale.

Milano è nerazzurra: due derby su due. D’altronde, noi non siamo mai stati in B, e siamo gli unici ad aver fatto la tripletta. Questo è sempre cosa buona a giusta ricordarlo a qualcuno che batte troppo la grancassa mediatica rossonera.

INTER-MILAN 4-2


Marcatori: 14' Milito, 44' rig. Ibrahimovic, 1' st Ibrahimovic, 7' st rig.Milito, 34' st rig. Milito, 42' st Maicon.



Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 14 Guarin (17' st Obi); 11 Alvarez (3' st Pazzini), 10 Sneijder (39' st Cordoba); 22 Milito.
A disposizione: 12 Castellazzi, 2 Cordoba, 17 Palombo, 23 Ranocchia, 28 Zarate. 

Allenatore: Andrea Stramaccioni



Milan: 32 Abbiati (35' Amelia); 20 Abate, 13 Nesta, 76 Yepes, 25 Bonera (21' st De Sciglio); 22 Nocerino, 4 Van Bommel, 14 Muntari (32' st Cassano); 27 Boateng; 70 Robinho, 11 Ibrahimovic.

A disposizione: 5 Mexes, 8 Gattuso, 18 Aquilani, 21 Maxi Lopez.
Allenatore: Massimiliano Allegri

Arbitro: Nicola Rizzoli (sez. arbitrale di Bologna)


Note. Ammoniti: 43' Julio Cesar, 48' Cambiasso, 7' st Abate, 10' st Alvarez, 31' st Van Bommel. Tempi di recupero: 3'-3'.


6 commenti:

  1. Ora Galliani potrà mettere sul cellulare il gol fantasma di ieri!

    RispondiElimina
  2. Sì, più il rigore per loro inesistente, il rigore per noi di Muntari ecc.

    RispondiElimina
  3. Dopo Rocchi, ecco Rizzoli. Chi manderanno la prossima volta?

    RispondiElimina
  4. Certamente una bella soddisfazione battere il milan..misera in una stagione intera ma sempre bella. Ora però non lasciamoci ingannare: tutti sanno che servono UN PAIO di difensori centrali(vogliamo andare avanti con Lucio e aspettare ancora Ranocchia??), un esterno sinistro(Nagatomo è una riserva),uno(per non dire due)in mezzo al campo dando una chance a Guarin e uno(o forse di più..)lì davanti liberandoci del fantasma di Pazzini e del tennista biondo.Terrei Alvarez anche se non fa impazzire ma non terrei Zarate(la discontinuità fatta a giocatore). Almeno la metà dei giocatori che servono(di un livello accettabile) arriverà? Ah ovviamente Cambiasso Stankovic e Cordoba alla scrivania..
    Fabio

    RispondiElimina