Cerca nel blog

mercoledì 9 dicembre 2009

Inter-Rubin 2-0: se saltelli, fa le magie Balotelli


Cosa si dice delle squadre eliminate dalla Champions? Che non hanno la mentalità giusta, che sono carenti di personalità da mettere in mostra nelle gare più importanti, che non approcciano psicologicamente la gara nel modo adatto. Ma nell’Inter chi possiede invece quelle caratteristiche vincenti? Il verdetto di pochi minuti fa: Balotelli. Suo il tacco straordinario a Eto’o per l'1-0; sua la punizione stratosferica del 2-0.

Ero e resto della mia opinione, che ho espresso dopo Genoa-Inter 0-5: Balotelli è l’unico dei nerazzurri ad avere colpi da fenomeno.

Splendido anche un altro giovanotto di belle speranze, appena apparso sul palcoscenico del grande calcio; un tipetto che fino a ieri giocava nella Primavera dell’Inter; un pivellino, inesperto e timoroso. Un certo Javier Zanetti. Che ha preso per mano la squadra con discese irresistibili, suonando la carica a compagni paralizzati dalla tensione.

Ottimo anche Sneijder, l’unico dei nerazzurri che sa smistare il pallone in velocità, e che ragiona a mille all’ora. A Mourinho converrà tenerselo buono nelle occasioni importanti: le partite decisive di campionato e Champions. Perché il centrocampista nerazzurro si infortuna spesso: non è una roccia. Il suo utilizzo andrà centellinato nei prossimi mesi.

Coraggiose le scelte di Mourinho stasera. Una squadra a trazione anteriore, con l’intento di fare possesso palla. Il rischio era di farsi infilzare in ripartenza come un tordo. Sarà pure antipatico (specie ai giornalisti cui non rivela la formazione: ma come si permette?!), però nel momento più delicato della stagione ha estratto gli attributi.

Tuttavia (a parte le prodezze individuali), l'Inter non ha mostrato un gioco: se farà così agli ottavi, verrà eliminata; il 2-0 sul Rubin non è un risultato onesto, perché i russi a tratti hanno giocato meglio. Nel prosieguo della stagione, il destino dei nerazzurri è perdere o pareggiare prima di incontri di Champions: i morattiani non hanno una rosa tale da competere su due fronti; va fatta una scelta fra scudetto e coppa Campioni. Se l’Inter vuole giocarsela al massimo in entrambe le competizioni, rischia di perdere tutto, arrivando spompata a marzo.

Champions: Barcellona e Chelsea le mie favorite, nell'ordine. C'è pure il Milan, purché non lotti anche per lo scudetto.

Campionato: Juve favorita, dal momento che si potrà concentrare solo sul campionato, e purché Ferrara non venga esonerato (Ciro sta cavando il sangue dalle rape). A ruota, Inter e Milan, che dovranno ammazzarsi di fatica e infortuni in Champions. 

[foto via Inter]

1 commento:

  1. ciao ale,
    io quella sera ero allo stadio e posso dire ke i tifosi dell'inter vogliono tanto bene a balotelli, lo applaudono e lo incitano sempre e quando si perde in un bikkiere d'acqua lo bekkano...
    la punizione e stata una vera perla vederla dal vivo prendere quell'effetto e una cosa mostruosa!

    RispondiElimina