Cerca nel blog

martedì 8 dicembre 2009

Juve-Bayern 1-4. Qual è la differenza con Juve-Inter 2-1? L’arbitro


Dicono i saggi che l’arbitro incide poco su una partita, e che se una squadra è davvero forte, l’incontro lo vince a prescindere dalle sbadataggini del giudice di gara. Cazzate. Se tra due squadre c’è equilibrio, l’arbitro è il signore indiscutibile del risultato, coadiuvato dai vassalli assistenti (gli ex guardalinee). La scorsa stagione, la semifinale della Champions fra Chelsea e Barcellona l’ha determinata l’arbitro. In buona fede, ha regalato la finale ai catalani. Drogba (Chelsea) gliel’ha fatto notare a muso duro e l’arbitruccio s’è offeso e l’ha fatto squalificare: impertinente d’un ivoriano! La premessa, che mi perdonerete, per dire che la differenza fra Juve-Inter 2-1 e Juve-Bayern 1-4 l’ha fatta l’arbitro.

Prendi Juve-Inter. C’è Saccani che, in buona fede, nel giro di 20 minuti non dà un rigore all’Inter e non espelle Melo e regala un calcio di punizione su simulazione di Del Piero. Sai com’è: giocare in casa della Juve e trovarsi con un arbitro del genere, non è piacevole.

Adesso prendi Juve-Bayern. C’è un arbitro davvero all’altezza, internazionale, non pavido. Fallo del bianconero Caceres sull’1-0 per la Juve: rigore e gol per i tedeschi. Senza quel penalty, come sarebbe finita la partita? Ve lo svelo io: avrebbe vinto la Juve. Sì, perché quelli del Bayern si sarebbero innervositi. E tutti i giocatori avrebbero capito con chi avevano a che fare in campo: un polletto da ingannare con gomitate, simulazioni, tuffi, gioco interrotto, furbizie d’ogni tipo.

Nel calcio, arbitro e guardalinee, senza moviola in campo, sono gli inappellabili profeti del punteggio: hanno un potere smisurato, che non usano però, perché sono tutti in buona fede. Per questo la Fifa non cambia le regole: sa che dei suoi arbitri si può fidare. E la prova che un arbitro è la chiave per vincere te la danno i giocatori in ogni partita: osservate i campioni più rappresentativi di qualsiasi compagine come esercitino ogni genere di pressione sul direttore di gara e sui guardalinee, con proteste, paroline, gesti.

Siccome mi piace valutare un episodio comprendendo il contesto in cui s'è verificato, ho annotato in presa diretta tattica e tipo di gioco dell'ormai celeberrima Francia-Irlanda. I mass media si sono soffermati solo sul famoso fallo di mano di Henry. Grave errore concentrarsi sulla giocata da pallavolista dell'attaccante. Prima del doppio tocco di mano, i francesi avevano rotto le palle all'arbitro e al guardalinee per un'ora e mezzo di fila, per ogni contrasto a centrocampo, per un fuorigioco di tre metri, per qualsiasi falletto: giacchetta nera under pressure uguale errorino a tuo vantaggio. 

In quanto alla Juve e al gioco effervescente sbandierato da certi mass media colorati di bianconero, che vedevano la Zebra volare, adesso diventa la favorita del campionato: se i dirigenti bianconeri non commettono la follia di esonerare Ferrara (sta già facendo i miracoli) per l’ingentissima e drammatica perdita economica dovuta all’eliminazione dalla Champions, e se l’Inter non si suicida fra poche ore, la Juve può dedicarsi esclusivamente allo scudetto. Mentre Inter e Milan dovranno ammazzarsi su due fronti, senza esserne attrezzati: ho visto nerazzurri inguardabili in Europa e un Milan imbarazzante a Zurigo.

[foto via Bayern]

15 commenti:

  1. sei veramente ridicolo e di calcio capisci meno di zero. primo, i presunti rigori con l'inter non erano così netti come quello di stasera e cmq ne sono stati negati pure alla juve nella partita di sabato. secondo, la partita di sabato é stata una partita equilibrata e da pareggio, quella di stasera ha visto una squadra (bayern) insegnare il calcio all'altra. ci hanno dominati dal primo all'ultimo minuto, 37% a 63% il possesso palla. terzo. tu ritieni veramente che ferrara stia facendo miracoli? allora non hai visto neanche mezza partita della juve, ieri il bayern ci ha dominato tatticamente. una squadra con un centrocampo come: Diego, Melo, Marchisio e Camoranesi non può essere infilata in questa maniera. la squadra non sa come muoversi, non cé coralità ne in fase difensiva e tanto mento in fase offensiva. noi ci stringiamo loro ci prendono sulle fasce, noi ci allarghiamo e loro s'infilano. ferrara non sta facendo miracoli, il miracolo é essere riusciti a mantenere il campionato aperto in queste condizioni. ciò ridimensiona l'inter. la juve non ha gioco, diego al werder giocava in un contesto che esprimeva un buon calcio, melo idem nella fiorentina di prandelli. caro mio, tu scrivi da tifoso e pure da rosicone attaccandoti agli arbitri. scrivi sul curling che fai meglio.

    io stimo Ferrara come persona, ma come allenatore, sta facendo peggio di Ranieri e con una rosa rinforzata. ha fallito per il semplice fatto che non ha mai allenato! il Milan ha lo stesso problema, ma almeno Leonardo ha l'attenuante che la sua squadra non ha comprato e ha venduto Kaka.

    RispondiElimina
  2. Ciao Anonimo. Vedi, tu confermi: arbitri decisivi. Io difendo Ferrara: è molto bravo a gestire il gruppo e gli infortuni. Non ha colpe, solo meriti se la Juve è terza in campionato. Ti ringrazio per avermi letto e perché mi segui con costanza.

    RispondiElimina
  3. A me sinceramente pare che la differenza l'ha fatta la squadra che è composta prevalentemente da trentenni che non riescono a giocare una partita ogni tre giorni, le partite più belle quest'anno le ha fatte quando ha potuto riposare. Ferrara non è riuscito a dare un identita di gioco, la Juventus gioca praticamente solo di forza e quando non è al 100% come condizione atletica non ce la fa!
    Altro capitolo la partita con l'inter, dire che è stata condizionata dall'arbitro e menzionare solo gli eppisodi a sfavore dell'inter è poco onesto e sicuramente non imparziale, perchè insieme ai due rigori netti che c'erano per l'inter bisognerebbe dire che ce n'eraro anche due per la Juve, di cui uno su Sissoko che anche un cieco avrebbe visto! Felipe melo andava espulso prima, vero; Samuel andava espulso ancora prima altrettanto vero!
    Io credo invece che una partita giocata male da entrambe le parti sia stata risolta da un capolavoro di marchisio.

    RispondiElimina
  4. In tutta buona fede, di questioni arbitrali non hai molta pratica. In altrettanta buona fede, Irlanda - Fracia non l'hai vista, perchè l'arbitro ha arbitrato bene. Il mani di Henry va proprio inserito in un contesto di posizioni sfortunate dell'arbitro e dell'assistente. La moviola in campo rappresenta l'anticalcio, una americanizzazione di questo sport priva di buon senso. E' ovvio che gli arbitri possono essere decisivi,proprio come un attaccante che spara alto a porta libera, o come legrottaglie che perde palla uscendo dalla difesa.
    Quanto poi allo scudetto, tranquillo, se dovesse perderlo l'Inter perchè impegnata in champions fino alla fine (ma oltre la semifinale penso sia dura), rimane solo il Milan. La Juve rischia di fallire anche la coppa Uefa. Ferrara c'entra poco. Anche Capello fallirebbe con il progetto elkann-blanc.

    RispondiElimina
  5. Mah, per me il rigore su Samuel nel primo tempo, era nettissimo. In ogni caso la Juve è una squadra sopravalutata L'unico giocatore veramente forte con un fututro è Marchisio. Cannavaro non ce la fa più, Buffon non è più il paratutto di una volta, Grosso è come Zambrotta, alterna buone partite a cazzate clamorose, mentre DelPiero comincia ad essere un peso. I nuovi acquisti si stanno dimostrando scarsi. 25 milioni per uno zappatore come Melo sono uno scandalo, sono al livello dei 24 spesi dal Milan per Oliveira. Anche Diego rappresenta ancora un enigma, dove farlo giocare??

    RispondiElimina
  6. Io difendo Ferrara. Pretendete troppo da chi non ha una rosa per competere su due fronti, campionato e Champions. Le illusioni le creano i mass media: prima hanno detto che Diego era meglio di Zico; ora che Diego è un brocco. Che si decidano, senza illudere i tifosi. Discorso analogo per Melo. E non dimentichiamo i grandi meriti di Ferrara: è lui che ha lanciato davvero Marchisio, dandogli in mano la squadra.

    RispondiElimina
  7. Juve-Inter. Certo che l'arbitro ha sbagliato anche pro Inter. Ma non nei primi minuti. Juve-Bayern: nei primi minuti, rigore al Bayern. Differenza fondamentale.

    Francia-Irlanda. L'arbitro ha arbitrato bene fino all'episodio-Henry? Sì, poi sotto pressione, l'errore enorme. Erano coperti sia arbitro sia guardalinee? Come si fa a dirlo? E comunque, mica è un motivo di vanto essere coperti. E poi bastava andare a chiedere a Henry dopo il gol...

    RispondiElimina
  8. premetto che sono lo stesso anonimo del primo commento XD.
    cmq ragazzi, non é questione di rosa o infortuni, cosa che l'hanno scorso cmq é stata gestita molto meglio da ranieri e con una rosa ancora più ridotta. ma proprio per questo non riesco a capire come sia possibile insistere su un modulo con il centrocampo a rombo, cioé il rombo non é per tutti. il chelsea lo usa ma ha malouda ed essien che corrono per 5 e non si stancano mai, il milan di ancelotti aveva Kaka e Seedorf. non so se mi spiego. la juventus ha dei giocatori anche di qualità ma non é una squadra di corridori, i problemi di equilibrio sono dovuti all'ostinazione di ferrara nel far giocare questa squadra in maniera obsoleta. un semplice 4-4-2 risolverebbe tutti problemi che voi avete elencato. ripeto questa squadra non é una squadra che può permettersi di puntare sulla corsa, il bayern invece si. ma infatti ha giocatori come robben ribery, olic ecc ecc. Per quanto riguarda Diego in un 4-4-2, sarebbe la seconda punta perché nel werder é vero che faceva il trequartista ma lo faceva al limite dell'area, noi così non riusciamo a reggerlo. il parma é quarto e non ditemi che la sua rosa sia meglio di quella della juve, idem per la fiorentina. é questione di caratteristiche, e ferrara non riesce a comprenderle. ci vuole coraggio per tener fuori del piero e far giocare diego nella sua posizione. come ho letto in un'altro commento, siamo riusciti a reggere solo quando abbiamo avuto almeno 7 giorni di riposo, ma non perché marchisio sissoko, melo e diego siano vecchi (il più vecchio ha 27 anni)ma perché non reggono questo tipo di modulo. ad esempio, nessuno chiederebbe mai a pirlo di correre in fascia e poi tornare a coprire in ogni azione, perché si sa che é lento e dopo 2 scatti non ha più fiato, ma non per questo é uno scarso.

    RispondiElimina
  9. Per ultimo Anonimo. Complimenti per la lucida analisi e grazie per il tuo prezioso contributo.

    RispondiElimina
  10. Probabilmente il mio commento lasciato ieri è andato perso, altrimenti dovrei pensare di non essere gradito.
    In tutti i modi, mi sembra ineducato (da parte mia) lasciare a metà il discorso.
    Andare a chiedere ad Henry dopo il gol?!!! E secondo te Henry avrebbe rinunciato al mondiale? E con lui la Francia sarebbe stata tenera? Eroi si, fessi no!
    Essere coperti per arbitro e guardalinee non è un vanto...è un fatto.
    Un saluto

    RispondiElimina
  11. Ciao Antonio. Ieri non mi era pervenuto alcun commento tuo. Infatti, ecco qui il tuo contributo, di cui ti ringrazio. Resto della mia idea: per fare in pieno il proprio dovere, l'arbitro doveva rivolgere una domandina a Henry. Così poteva dire di aver fatto tutto il possibile per evitare ingiustizie.

    RispondiElimina
  12. Credo che la tua analisi sia perfetta e lo dico non perchè sia interista, ma in quanto avendo arbitrato per ben 8 anni so quali pressioni riceve un arbitro anche in settori minori.
    Vorrei dire la mia opinione su i due post (Juve-Bayern e Francia-Irlanda). Partiamo con Francia-Irlanda dove devo dire che per l'arbitro possiamo trovare una scusa, ma per l'assistente non ha scusanti, in quanto deve essere il linea con l'ultimo difensore ed henry era rivolto proprio verso l'assiste, quindi, risultato falsato.
    Passiamo a Juve-Bayern dove sicuramente il Bayern ha dominato sotto l'aspetto tecnito tattico, ma la terna ha fatto giocare, poche interruzioni ed il rigore era sacro santo!!!
    Concludo dicendo che forse i festeggiamenti fatti sabato in maniera esagerata, sembrava che la Juve avesse vinto il campionato, mentre è sempre dietro, abbiano sicuramente influenzato la gara di martedì, dando per scontato una vittoria che non era per niente scontata!!!

    RispondiElimina
  13. Per dr House. Visto che allora siamo in due ad essere stati arbitri...il guardalinee era dalla parte opposta ed il mani per movimento del corpo non era in visuale ottimale. L'errore che è indubbio, è stato solo frutto del caso. Così come sbaglia un attaccante a porta libera

    RispondiElimina
  14. Per Antonio,
    tu stai scherzando vero? Se sei stato arbitro ed ho dei forti dubbi, l'assistente sta sempre a destra (guardano la porta) quindi aveva una visuale ottima ti consiglio di riguardarti il video!!!!! Infatti tutti guardano a dx verso l'assitente ti do anche il link....
    http://www.youtube.com/watch?v=i0NA53-dMbg

    RispondiElimina
  15. Per dr House. Prima di risponderti non ho voluto peccare di presunzione e sono andato a rivedermi l'immagine(ancora una volta)da te consigliata. Non voglio polemizzare in maniera infantile sui dubbi di chi abbia fatto arbitro e guardalinee. Passiamo oltre sennò rischiamo di cadere nel ridicolo!
    Premetto che avendo visto in diretta la gara, la stessa è stata ben diretta dalla terna, ovviamente ad eccezione della mano galeotta di Henry.
    Proprio perchè a destra, dunque dalla parte opposta all'azione, il guardalinee aveva una visuale più difficoltosa per due ordini di motivi che per uno che ha indossato la giacchetta una volta nera, non gli saranno difficili da comprendere. Il primo è quello da quando nasce l'azione col lancio. Lui è attento ed in linea col fuorigioco. Tant'è che se vai sempre su youtube, lui è bravo a vedere Henry in posizione regolare, visto che ci sono due francesi nettamente oltre, compreso l'autore della rete. Poi l'azione prosegue e l'attaccante del Barça va a prendere la sfera vicino la linea di fondo campo. Il tocco è furtivo, rapido, mentre ci sono una serie di calciatori che "rinculano" verso la porta. Considerato che anche il guardalinee sta correndo verso il fondo, è probabile che al momento del tocco di mani, non sia perfettamente in linea con Henry ed impallato dal rientro nell'area piccola di 5-6 calciatori.
    Se vai sempre su youtube potrai trovare altre immagini da quella che mi hai proposto (per giunta con inquadatura molto ristretta) che supportano la mia interpretazione. L'altro motivo che ti propongo è quello del famoso "attimo". Se hai fatto l'arbitro non ti dovrebbe essere difficile comprenderlo. Ammesso e NON concesso che abbia avuto il dubbio del mani, essendo a più di 40 metri dal fattaccio, è facile comprendere che nell'attimo sia stato prudente, perchè il lasso di tempo che intercorre tra ciò in cui non è sicuro di aver visto e la segnalazione, lo ha fatto propendere per l'inerzia, anche perchè, in quella posizione, è certamente più vicino l'arbitro. Di errori grossolani è piena la storia del calcio e sono sicuro la mia e la tua storia arbitrale.
    A mio modesto parere, forse l'unico con la visuale migliore poteva essere il 4 uomo.

    RispondiElimina