Cerca nel blog

sabato 12 gennaio 2013

Inter-Pescara 2-0: Benassi boom

Esordio show di Marco Benassi a San Siro contro il Pescara. Nato a Modena nel maggio del 1994, il 18enne nerazzurro (183 centimetri) ha messo in mostra senso del gioco, geometria, visione periferica, voglia di mordere le caviglie. Testa alta, ha un’ottima rapidità di piedi. È nel giro delle nazionali da un po’; ma un conto è cavarsela egregiamente in Primavera, un altro è esordire alla grande a San Siro, dove l’ansia da prestazione paralizza giovani e giocatori affermati.

Impossibile dire se sia nato un campione. Ho una certezza: i margini di miglioramento sono giganteschi, anche perché ho visto una tenuta atletica di 90 minuti pieni.

Però.

1) Benassi in 90 minuti ha fatto quello che Gargano e Jonathan non hanno fatto in mezza stagione: passaggi precisi di prima intenzione.

2) Benassi esalta Guarin. Gli altri centrocampisti, invece, affaticano mentalmente il giaguaro colombiano.

3) Benassi pressava al minuto 92. Questo, all’Inter, è clamoroso, viste le condizioni atletiche di Cassano, per dirne uno.

4) È rimasto umile e tranquillo fino all'ultimo. Nessun'isteria, nessun'esaltazione da demente.

5) Sa giocare a pallone. E io un giovane che dà del tu all sfera, all'Inter, non lo vedevo dai tempi di Balotelli. Che però ha enormi problemi caratteriali.

Nessun commento:

Posta un commento