sabato 7 gennaio 2012

Inter-Parma 5-0. Pagelle Inter. Alvarez 8,5. Milito 8

Inter-Parma, anticipo della 17.a giornata a San Siro ore 20.45.

Inter-Parma 5-0 (Milito 13', Thiago Motta 18', Milito 41' pt; Pazzini 19'; Faraoni 34' st).

Formazione Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 8 Thiago Motta, 19 Cambiasso; 11 Alvarez; 7 Pazzini, 22 Milito.

A disposizione: 12 Castellazzi, 18 Poli, 23 Ranocchia, 28 Zarate, 29 Coutinho, 30 Castaignos, 37 Faraoni.

Allenatore: Claudio Ranieri

L'Inter centra la quinta vittoria di fila. Con intelligenza, il tecnico romano non rischia gli acciaccati in vista del derby di domenica prossima: fuori Sneijder, Chivu, Stankovic e Forlan. Thiago Motta in diffida è titolare un po’ a sorpresa. In attacco il doppio centravanti Pazzini-Milito, e Alvarez a supporto.

Pagelle.

Julio Cesar 6,5. Vola a sinistra a deviare in angolo su punizione magistrale di Giovinco, che conferma di avere un piede dolce. Respinge un tiro al volo nella ripresa.

Maicon 6,5. Uno stantuffo. Piazza sulla testa il cross per il 3-0 di Milito.

Lucio 6,5. Laddietro non si passa.

Samuel 6. Ammonito a metà ripresa, non si lascia condizionare e gioca in scioltezza.

Nagatomo 6. Spinge a sinistra, ma commette un grave errore che quasi costava un gol per il Parma.

Zanetti 6,5. Insistente nell’azione della prima rete. Pare ringiovanito. Fa un autogol meraviglioso, annullato per fuorigioco: il pubblico gli tributa un applauso.

Thiago Motta 6,5. Sinistro chirurgico che chiude la partita, e poi ottime aperture.

Cambiasso 6. Lavoro oscuro in mezzo al campo.

Alvarez 8,5. La luce dell’Inter. Giocate da fuoriclasse. Assist spacca-partita per Milito, poi per Pazzini che sciupa. Accelerazioni, dribbling. Ora assaggerà i calcioni dei rossoneri: sarà decisivo l’arbitro. Perché se il direttore di gara avrà timore di tirare fuori i cartellini ai centrocampisti del Milan (è successo spesso in passato, leggi qui), Alvarez lo vedo male.

Pazzini 6,5. Crea spazio a Milito. Nella ripresa, segna anche lui con merito.

Milito 8. Due gol, l'assist a Pazzini. Aspettiamo però a celebrarne la resurrezione.

All. Ranieri 8. L’uomo dei miracoli. Prende una squadra allo sbando e la raddrizza. Però ha ragione Boateng: l’Atalanta fa più paura dell’Inter. Quindi, il Milan ha già il derby in tasca.

6 commenti:

  1. Buongiorno alessandro, è un piacere per me averti incontrato.
    Perdonami, ma quel 6 a "the woll" è veramente un po pochino.
    Insieme a "tiagone", ritengo sia stato tra i migliori in campo.
    un saluto e vienimi a trovare a "quelli che l'Inter..."

    RispondiElimina
  2. Io lo dicevo fin dall'estate che Alvarez non erapoi così scarso e che avevo solo bisogno di tempo per ambientarsi. Deve solo imparare ad essere più veloce.

    RispondiElimina
  3. @francesco. Piacere mio. Samuel: è che era fuori posizione sulla discesa di Giovinco. Troppo dietro.

    RispondiElimina
  4. @Entius. Ci hai visto giusto, complimenti! Ora deve reggere 90 minuti...

    RispondiElimina
  5. Ma il voto di milito dové ?
    e il milan ha il derby in tasca ?????

    RispondiElimina
  6. Grazie per Milito. Milan molto più forte, favoritissimo. Anche per la fortuna arbitrale: vedi rigori dubbi a ripetizione.

    RispondiElimina

Commento sottoposto a moderazione esterna